Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Dal nuovo mercato 'dot fres' sta nascendo il poker online legale e regolato

  • Scritto da Cesare Antonini

Dal nuovo mercato 'dot fres' sta nascendo il poker online legale e regolato che può soppiantare il "punto com" di tutte le room. 

"Attenzione PokerStars.com, guardati alle spalle! La liquidità condivisa dell'Europa meridionale sta crescendo e diventerà competitiva. Quando entreranno Portogallo e Italia si uniranno alla rete sarà la più grande di tutti". E' quanto ha dichiarato il management di PokerStars sul suo blog ufficiale commentando il lancio dellaDal nuovo mercato 'dot fres' sta nascendo il poker online legale e regolato La pool online da una decina di giorni ha subito vissuto il suo "coup de theatre" quando la room ha deciso di aprire ai giocatori del "punto com" e del "punto es".

Cerchiamo di capire, quindi, quali sono i paesi che possono iscriversi tramite PokerStars.es e giocare nella pool visto che dalla Francia questo è impossibile dopo la decisione del paese di limitare la liquidità nazionale solo ai giocatori francesi.
E' possibile giocare dal Regno Unito, Danimarca, Belgio, Bulgaria, Romania ed Estonia. Non è possibile isciversi dai mercati regolati e che non hanno ancora aderito alla liquidità. L'Italia, ovviamente, non può partecipare se non aderirà alla pool europea. E così altre liquidità che hanno adottato una regolamentazione sposando le regole nazionali.
Il segnale, però, è chiaro: se l'accordo di Roma del 6 luglio 2017 dovesse estendersi e il dot com e il dot eu rimarranno nella liquidità europea, le possibilità di creare un mercato enorme e totalmente legale sono piuttosto concrete.
"Il nuovo mercato sarà abbastanza grande da accogliere i giocatori stranieri in modo tale da non incidere in maniera negativa sull'ecosistema", ha scritto Benjamin Fougerouze, French Poker Room Operations Manager PokerStars.
Su PokerFuse Severin Rasset, Director of Poker Innovation and Operations PokerStars, ha assicurato che "il mercato verrà monitorato costantemente e se ci saranno problemi interverremo subito per ripristinare la posizione iniziale". Di quali problemi, però, non si parla visto che, per ora, si ravvedono solo grandi vantaggi in questa operazione.
E veramente PokerStars.com deve guardarsi alle spalle. Se si allargherà l'accordo di Roma ed entreranno tutti i paesi in bilico la pool diventerà un mare e tutti i giocatori europei potranno iscriversi su PokerStars.
Attenzione, però, perché a livello tecnico e di liquidità  i benefici saranno anche per tutte le altre room. Anzi, in questo caso potranno subito allargare ai players dei loro domini dot com e dot eu.
Intanto a livello "dimensionale", la pool appena partita ha già raggiunto la dimensione internazionale di 888 e di partypoker. E da parte di queste room non arrivano reazioni pronte seppure la competizione a livello globale è stata lanciata da un pezzo. Staremo a vedere.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.