Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Negreanu 'blasta' i poker players in fuga: 'Io rimango qui a vita!'

  • Scritto da Cesare Antonini

Daniel Negreanu, poker player canadese e pro PokerStars contro i giocatori che hanno abbandonato il settore: "Io resto qui a vita". 

"Tanti personaggi vanno e vengono nell'industria del poker mondiale, tanti altri la abbandonano per muovere verso altri settori, verso altri interessi. Ma io sono un veterano (lifer, ndr). Io amo questo gioco e voglio giocare un ruolo importante nella poker community per il resto della mia vita. Ho tantissime passioni ma il poker sarà sempre al numero #1 per me". E' sbottato il poker player canadese e pro di PokerStarsDaniel Negreanu e si è preso oltre 1.500 like su Twitter per questa affermazione che è una stilettata al vetriolo, manco tanto velata, ai tantissimi players che si stanno allontanando dal poker specie nel passaggio dal 2007 al 2018.

 

 

Vanessa Selbst su tutti ma anche Jason Mercier e tanti altri giocatori che si sono presi una pausa o sono andati proprio in pensione dal poker cambiando proprio settore e lavoro. Come l'ex pro PokerStars, la giocatrice probabilmente più forte al mondo. E' vero, in tanti spesso hanno pensato che Kid Poker avesse voluto abbandonare il mondo che lo ha reso famoso. E' diventato socio del boom pazzesco dell'hockey a Las Vegas, i già mitici Golden Knigths, ama giocare a golf, ha sostenuto da tempo le comunità vegane e vegetariane ma, in effetti, il suo focus è sempre stato il poker con la sponsorizzazione di PokerStars e i tanti tavoli televisivi e tornei commentati nelle tv del settore.
Per la sua dichiarazione un plebiscito, in tanti hanno gradito. Il messaggio a chi ha mollato è chiaro. Certo, come lo stesso Negreanu aveva reso noto, la vita del pro non è tutta rose e fiori e ha pubblicato il suo balance degli ultimi anni che chiarisce come non si navighi di certo nell'oro. Forse per tanti, di fronte anche alla perdita di una sponsorizzazione, non è facile continuare a tenere un certo livello di Abi e di real life. Da qui il cambio di settore e di industry.
Siamo comunque rassicurati dal fatto che "Danielino" non ci mollerà tanto presto!
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.