Logo

Italia mezza gialla e mezza rossa e il poker online aumenta e crescerà ancora

Il poker online torna a crescere nel mese di ottobre e, purtroppo, col lockdown che potrebbe estendersi in buona parte dell'Italia, è previsto un nuovo boom. 

L’Italia è mezza rossa e arancione e quasi tutta gialla. Forse in questa settimana si tornerà in lockdown totale o in buona parte dell'Italia e, purtroppo o per fortuna, il legame con il poker online e col mondo digital in generale è direttamente proporzionale. I numeri, intanto, hanno già iniziato a crescere nel mese di ottobre. Sarà stato l’effetto autunno o i continui Dpcm che già dal mese di ottobre hanno iniziato a limitare le uscite e la vita sociale dei cittadini italiani per contenere la diffusione del contagio del Covid-19. Fatto sta che i volumi di gioco dei tornei sono saliti di quasi 10 milioni di euro da 81,8 a 91,2 raccolti a ottobre 2020 per oltre il 10% in più, mentre il cash game registra un movimento netto da 193,9 euro salendo da quota 177,4 del mese di settembre per oltre il 9% in più.

E’ auspicabile (ripetiamo, purtroppo) che, nel mese di novembre, complici anche tante iniziative delle room, si aumenti ancora nei volumi anche perché da oggi, 6 novembre, il lockdown in alcune regioni (che coincidono con quelle che producono più volumi di gioco tra le altre come Lombardia e Piemonte ma anche Lazio e Campania seppur in zona gialla) è decisamente più rigido e col coprifuoco, si torna agli intrattenimenti digital che sono cresciuti in maniera esponenziale durante il primo confinamento di marzo-aprile-maggio. La spesa cresce molto dai 6,8 milioni negli mtt fino ai 5,3 milioni del cash dalla quota 4,8 che aveva rappresentato una discesa rispetto al mese di agosto. Sono lontanissimi i numeri di aprile 2020, il vero boom del poker online in lockdown. Ma anche quelli di marzo, ancora. Per avere un riferimento ricordiamo che i tornei di poker online, secondo le elaborazioni di Gioconewspoker.it dai dati forniti dagli operatori,  passavano da una raccolta di 172,5 milioni di euro a 222,3 milioni, mentre per il cash game assistevamo ad una crescita da 340,7 milioni a 393,3 milioni di euro.

Il grande vantaggio delle room online è quello del veloce adattamento per l’organizzazione di eventi con festival dai garantiti d’appeal. Icoop in archivio così come l’IPO Online con tutti i garantiti coperti e ampiamente superati. I mesi, invernali, poi, favoriranno le sere casalinghe e il gioco online, come sempre. La speranza è che il poker possa tornare a livelli più importanti dopo questo travagliato 2020 ma senza l’aiuto, si fa per dire, di lockdown e limitazioni a intrattenimento di altro tipo e agli spostamenti.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.