Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Varianti? Ok a Plo e 7Stud ma non a nuove chiusure per la Delta e altre mutazioni

  • Scritto da Cesare Antonini

Basta lockdown e zone a colori per il poker live e per le attività tutte, gli strumenti di protezione esistono e vanno utilizzati. 

Di varianti vorremmo sentir parlare solo in caso di Pot Limit Omaha, 7 card Stud o al massimo un Pineapple. La Delta non può e non deve spaventare il settore del poker live e del gioco in generale. Gli ultimi dati, però, un po' di paura la mettono. O meglio, come al solito vanno letti molto bene e non si deve cedere al terrorismo e al sensazionalismo dei media nazionali. Sì perché i contagi crescono, è vero, ma non salgono (per fortuna) decessi, ricoveri normali e in terapia intensiva. Ma non vogliamo fare i virologi, giammai.

Tuttavia siamo qui a chiedere a gran voce, non solo per il poker dal vivo ovviamente, l’adozione di un Green pass vaccinale e di protocolli sanitari per consentire alle attività tutte di non fermarsi.

Plexiglass, vaccini, distanziamenti, mascherine, senza tediarvi (li conoscete già assai bene), le misure per riuscire a giocare in grande sicurezza ci sono e gli ultimi eventi (specie lo SharkBay di San Marino ma anche l’attività in tanti club sul territorio italiano molto responsabili) lo hanno dimostrato e anche certificato.

Chiudere ancora sarebbe un disastro, forse la fine. Anche perché se l’atteggiamento del Ministero della Salute è quello finora visto e che c’ha chiusi nelle zone a colori per tutto l’inverno, se ripartiamo con questo sistema di luglio c’è il rischio di non uscirne mai più.

Invece bisogna convivere col virus ma per davvero. Anche perché fare 50 milioni di punture di vaccini che senso avrebbe avuto? Ovviamente la parola prudenza è d’obbligo. Ma questo non vuol dire sempre e solo chiudere tutto. Con sistemi di areazione, distanziamenti, plexiglass, sanificazioni di mani, carte e chips e infine le vaccinazioni sono strumenti a disposizione per giocare in sicurezza. Ripartire con partite private e bische ben più rischiose quello sì che sarebbe un danno alla salute e alle economie.
Share