Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Malta: allo studio un nuovo testo unico sul gambling

  • Scritto da Cesare Antonini

Malta: governo e authority allo studio di un testo unico sulla legge dei giochi per favorire lo sviluppo e la razionalizzazione del settore. 

Un riordino completo e complessivo della legge sul gioco. E' quello che ha annunciato oggi, 13 marzo, il Parliamentary Secretary for Financial Services, Digital Economy & Innovation, l'onorevole Silvio Schembri. E Schembri lo farà tramite una mozione in Parlamento per effettuare una prima lettura di una nuova legge sul gioco che cercherà di abrogare tutta la legislazione frammentata tra direttive e linee guida tecniche riunendo tutto in un testo unico per la Malta Gaming Authority. "Questo disegno di legge segna un importante passo in avanti nella razionalizzazione e nella governance di tutti i servizi di gioco offerti a Malta e in tutti i canali sotto la competenza della MGA - ha spiegato Schembri - il governo vuole garantire che l'industria del gioco continui ad essere gestita in modo responsabile, equo e libero soprattutto da attività criminali. Un aiuto e una spinta allo sviluppo e all'innovazione".


Attraverso questo disegno di legge, il governo sta assicurando che l'MGA disponga della necessaria capacità e di risorse e poteri per regolare efficacemente l'industria del gioco e proteggere i consumatori, come richiesto, concentrandosi su metodologie basate sull'evidenza. Il segretario parlamentare ha aggiunto; "Ci auguriamo di rimuovere qualsiasi rallentamento burocratico aumentando l'efficienza e la flessibilità per il regolatore, migliorando nel contempo la solidità dell'attuale quadro e concentrando la regolamentazione sui risultati", aggiungendo anche che la legge eleva l'eccellente reputazione della giurisdizione maltese in questo settore. L'onorevole Schembri ha osservato che grazie a questa nuova legge sul gioco d'azzardo, l'industria crescerà di un altro 4%.

Alla conferenza stampa anche Joseph Cuschieri, presidente esecutivo della Malta Gaming Authority (MGA), che ha dichiarato: "Si tratta di una pietra miliare importante e accogliamo con favore questo importante passo avanti del governo maltese. Questa proposta di legge contiene proposte progettuali che mirano a colmare il divario normativo tra i vari canali di gioco, comprese le nuove tecnologie che fungono da piattaforma per una regolamentazione futura del settore, garantendo al contempo che i consumatori godano di un livello coerente di protezione".
 
Il quadro normativo proposto rafforzerà le funzioni di compliance e enforcement della MGA per raggiungere meglio i suoi obiettivi regolamentari, in linea con gli sviluppi concomitanti in materia di antiriciclaggio e finanziamento degli obblighi di terrorismo. Autorizza inoltre l'MGA ad essere più agile nel processo decisionale, riducendo gli oneri normativi inutili, rafforzando al contempo la supervisione e concentrando gli sforzi del regolatore sulle aree che presentano un profilo di rischio più elevato.
 
La mozione presentata in Parlamento è il risultato di un lungo periodo di consultazione pubblica condotta dall'MGA, con varie parti interessate del settore e il pubblico in generale, nonché numerosi studi tecnici, valutazioni dell'impatto economico e finanziario. La consultazione è stata avviata a luglio 2017 ed è stata accolta molto bene dall'industria, con il risultato di un feedback di 53 diversi partiti, sia a livello locale che all'estero.
Cosa cambierà? Sostanzialmente il sistema multi licenza verrà sostituito da due tipi di licenze, business to consumer e business to business per coprire diversi tipi di attività su più canali di distribuzione.
Ma soprattutto l'idea è quella di escludere le licenze B2B dalle tasse sui giochi aumentando così la competitività di Malta come hub per questo tipo di aziende.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.