Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Miami, è guerra contro la poker room del Magic City Casino

  • Scritto da Gt

Levata di scudi contro il progetto per la realizzazione di una poker room al Magic City Casino di Miami.

Fa discutere il progetto di poker room dei proprietari del Magic City Casino di Miami. I regolatori della Florida lo hanno approvato la scorsa settimana, e ora infuriano le polemiche, alimentate dai pesi massimi del mondo degli affari e della cultura. A capeggiare la rivolta, il magnate dell'industria automobilistica Norman Braman e lo sviluppatore Jorge Perez, che non hanno usato mezzi termini per dichiarare guerra alla struttura, definendo il progetto "idiota" e "vergognoso". In stretta associazione, anche il presidente della Knight Foundation, Alberto Ibarguen, e gli sviluppatori Armando Codina, Craig Robins, Braman e Perez, che affermano di aver cominciato a studiare le vie legali e politiche, a livello statale e locale, per bloccare sul nascere il progetto.
"Farà tutto quello che è in mio potere per oppormi al progetto e per farlo morire", afferma Perez. "Miami è cresciuta magnificamente negli ultimi due decenni, diventando una città dove la cultura è fiorente, dove i quartieri e il centro sono sempre pieni di giovani e famiglie. Si tratta di una città ricca di arte e imprese. Il gioco d'azzardo del casinò in qualsiasi forma, nel centro della città, sarebbe orrendo. Ho solo bisogno di scoprire chi è responsabile di questo, per poi poterlo attaccare".
La parte dietro il piano è West Flagler Associates, una società a conduzione familiare che possiede e gestisce anche Magic City, l'ex Flagler Dog Track.

La scorsa settimana, l'azienda ha ricevuto il cosiddetto permesso "summer jai alai" dalla divisione statale del Pari-Mutuel Wagering. Secondo le complicate leggi della Florida sul gioco d'azzardo, tale permesso richiede che West Flagler esegua limitate partite di jai-alai, una sorta di foglia di fico legale per aprire una sala da poker, più redditizia, per tutto l'anno.
Il vice presidente di West Flagler, Isadore "Izzy" Havenick, ha detto che la struttura sarebbe un inquilino in un nuovo complesso progettato dallo sviluppatore di Miami Beach, Crescent Heights, di Russell Galbut, che possiede la maggior parte del blocco.
Havenick ha detto di aspettarsi qualche opposizione alla struttura di gioco, in particolare da Braman e Codina, entrambi attivisti anti-casinò da molto tempo, e ha aggiunto che li contatterà per spiegare il progetto e "alleviare le loro preoccupazioni".
"Come residente di quel quartiere, non credo che sia una brutta cosa per il vicinato", ha detto Havenick. "Questa sarà una buona attrazione, non sarà qualcosa di più del poker e del jai alai, l'abbiamo sempre detto, non è un casinò, è semplicemente il poker in un'area che ha molte altre forme di intrattenimento, e questa è un'altra forma di questo. Uscire contro un progetto prima di sapere tutti i dettagli è abbastanza miope."
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.