Logo

Usa, le elezioni di mid term decisive per il poker online

Usa, le elezioni di mid term decisive per il poker online nel bene e nel male: la situazione dei singoli stati. 

Il mese prossimo, gli elettori di un certo numero di stati negli Usa prenderanno parte alle votazioni per decidere il destino di una serie di problemi, tra cui il gioco d'azzardo sportivo e il poker online. Lo annuncia la stampa estera e, francamente, non credevamo che le elezioni di mid-term oltre che a valutare l'operato di Donald Trump servissero anche agli sviluppi del mercato che seguiamo.

Tuttavia è troppo presto per dire se l'esito sarà favorevole o potrebbe portare a un disastro, ma la recente spinta per il gioco d'azzardo sportivo in tutto il paese dovrebbe porre comunque il problema.

Partiamo dalla visione ottimisti: le elezioni americane di novembre importante notevole è il Nevada, che ospita Las Vegas, la città che ha dato il via a tutto. L'attuale governatore, Brian Sandoval, è stato espulso dai limiti di tempo e lo stato sta perdendo un sostenitore del gioco d'azzardo online. Nella sua scia potrebbe essere l'attuale procuratore generale dello Stato, Adam Laxalt. Laxalt ha vinto le primerie del partito repubblicano lo scorso giugno e spera di conquistare una posizione apicale.

Se vince Laxalt potrebbe significare il disastro per il gioco d'azzardo online in Nevada. Il procuratore generale è notoriamente avverso al gioco online e ha sostenuto l'abolizione del poker online negli Stati Uniti. Non sorprende che sia stato spesso legato al fondatore di Las Vegas Sands, Sheldon Adelson, che ha pagato un sacco di soldi nel tentativo di schiacciare il gioco d'azzardo online. Alcuni hanno persino accusato Laxalt di essere tra quelli sovvenzionati da Adelson. Proprio come Trump.
Tuttavia difficile che lo stato di Las Vegas faccia un passo indietro. I rischi sull'online ci sono eccome, però.
Le cose sono leggermente diverse in California. C'è un atteggiamento più caldo nei confronti del gioco d'azzardo online, che è stato discusso per un decennio. Tuttavia, i legislatori non sono riusciti a raggiungere un consenso e i piani sono svaniti. Con gli stati ora in grado di legalizzare le scommesse sportive senza incappare in leggi federali, è possibile che la California possa portare avanti il ​​poker online.
Il Michigan ha solo recentemente iniziato una spinta per il gioco d'azzardo legalizzato e il poker online. Diverse proposte di legge sono state introdotte dal 2016, ma continuano a incontrare ostacoli. Più di recente, una proposta di legge introdotta nel 2017 è stata riportata alla sessione di quest'anno e passata con relativa facilità attraverso la Camera prima dello stallo. A mano a mano che i lavori riprenderanno in autunno, qualche provvedimento potrebbe finire sulla scrivania del governatore.
Il Senato di New York ha approvato la legge sul poker online nel 2016 e 2017.e l'assemblea dello stato l'ha puntualmente ignorata. Con le prossime elezioni, il disegno di legge ha un certo sostegno attraverso il membro dell'Assemblea J. Gary Pretlow, presidente dell'Assemblea Racing and Wagering Committee, che, ha affermato, ci sarebbe bisogno solo di otto democratici per firmare il conto perché fosse messo ai voti durante l'ultima sessione. È fiducioso di poter trovare il supporto di cui ha bisogno nella prossima sessione.
Dulcis in fundo la Florida. Gli elettori della Florida stanno andando alle urne per decidere se vogliono prendere il controllo del gioco d'azzardo. Sarà una battaglia controversa, poiché Walt Disney e la tribù indiana Seminole, proprietaria del Seminole Hard Rock e di altri casinò, hanno riversato milioni di dollari nello sforzo di sconfiggere l'emendamento.
Questa la situazione dei singoli stati secondo i siti web americani. A livello federale, però, si continua ad affrontare la vicenda senza una visione organica del problema e da Obama a Trump la Casa Bianca pare ignorare il gioco online e il poker che, in Usa, è il prodotto principale e più amato dagli americani anche se casinò e betting oltre che Daily Fantasy Sports, non sono affatto secondari.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.