Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Malta Gaming Authority sostiene All-In Diversity Project

  • Scritto da Redazione

Nuova partnership con l'All-In Diversity Project da parte di Malta Gaming Authority.

Il progetto All-in Diversity, un'iniziativa guidata dall'industria che mira a confrontare la diversità, l'uguaglianza e l'inclusione nel settore del gioco globale, è orgogliosa di dare il benvenuto a uno dei principali regolatori di gioco del mondo come partner strategico.

 

Mga, una delle prime giurisdizioni ad abbracciare il gioco online e a continuare a tenere il passo con le nuove tecnologie e le tendenze dell'industria, sta ora rivolgendo la sua attenzione alle sfide di una forza lavoro in cambiamento attraverso la sua nuova partnership con l'All-In Diversity Project.
 
Malta è uno dei maggiori centri di gioco al mondo, che vanta una delle forze lavoro più diversificate dell'industria. Finora questo è stato più per caso che per progetto.
 
Unire le forze con l'All-In Diversity Project consente un approccio più scientifico. L'alleanza significa maggiore esposizione per le questioni relative alla diversità nel settore delle scommesse e del gioco d'azzardo a Malta e aiuterà ad affrontare questioni come il divario di competenze, il reclutamento e la fidelizzazione dei talenti dai gruppi di talenti locali e globalmente.
 
"Malta Gaming Authority è lieta di sostenere questo progetto in quanto la diversità, l'uguaglianza e l'inclusione sono in cima all'agenda di Mga", spiega Heathcliff Farrugia, amministratore delegato della Malta Gaming Authority.
 
"Avere il supporto di Mga per l'All-in Diversity Project è un altro balzo in avanti per la nostra industria. Lavorare in collaborazione con le principali organizzazioni regolatorie come la Malta Gaming Authority significa che possiamo accelerare i progressi, condividere più informazioni e offrire strumenti migliori alle aziende che si trovano lì. Siamo entusiasti di averli come partner", afferma Kelly Kehn, co-fondatrice dell'All-In Diversity Project.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.