Logo

Poker live switch off in Europa: chiude la Germania, aperta la Slovacchia e il Liechtenstein

In maniera decisamente più grave e perentoria rispetto al mese di marzo, le location per giocare a poker live sono chiuse ormai dappertutto in Europa.  

Tornano i periodi bui di marzo e aprile con la seconda ondata del Covid-19 per il poker live anche in alcune location che non avevano mai subito chiusure totali. Come la Germania che ha visto chiudere tutti i luoghi in cui i player, già in difficoltà con le nuove regole del gioco online, erano abituati a spostarsi per praticare il loro lavoro o la passione,

Mercoledì il governo federale ha annunciato che tutti i casinò in Germania avrebbero dovuto chiudere da lunedì 2 novembre 2020. Per il momento questo vale per tutto novembre. Alla fine di novembre il governo valuterà nuovamente la situazione e deciderà se e quando le sedi potranno essere riaperte.

Il governo federale sta adottando queste misure per tenere sotto controllo il crescente numero di infezioni legate al coronavirus Covid-19. Ovvio. Il solito refrain che si sentiamo ripetere da settimane dopo l’estate.

Poiché tutti gli eventi nel settore dell'intrattenimento sono vietati anche dal lunedì, non ci saranno eventi dal vivo di poker in nessuna parte della Germania. Questo rende il Paese della Merkel, il secondo dopo la Repubblica Ceca, a interrompere tutte le operazioni di gioco. L’Italia l’ha già fatto con l’ultimo Dpcm di una settimana fa. Mentre i casinò in Belgio sono chiusi da giovedì 29 novembre e le case da gioco in Francia sono stati chiusi dal 15 ottobre dietro molte proteste.

Il poker è attualmente ancora giocato in Slovacchia. Oltre ai cash game, il Banco Casino Bratislava offre anche piccoli tornei  low buy in e low prize pool.

Nel Grand Casino Liechtenstein ci sono attualmente ancora giochi di poker cash conformi alle norme igieniche.
Le 14 sedi di  Holland Casino sono attualmente ancora aperte, ma ci sono restrizioni significative dovute al concetto di igiene e il poker non era ancora ripartito.
Le dodici sedi di Casinos Austria sono ancora aperte, ma al momento non ci sono offerte di tavoli da poker. I casinò svizzeri in Svizzera sono attualmente ancora aperti con restrizioni.
Ovviamente tutti gli scenari possono cambiare con brevissimo preavviso. Se all’estero non possiedono lo strumento dei Dpcm, poco ci manca.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.