Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Francia: il lockdown prosegue ma i poker club continuano ad investire in sicurezza

  • Scritto da Ca

Francia: il lockdown prosegue e la riapertura dal 6 ottobre slitta ai primi di dicembre ma i poker club continuano ad investire in sicurezza.

Non solo sono stati costretti anche loro a misure di prevenzione, sanificazione e all’applicazione di rigidi protocolli sanitari per poi dover chiudere per l’innalzamento dei casi da Covid-19: in questi giorni di chiusura alcuni club francesi si stanno anche imbarcando in nuove spese per la riapertura che, tra l’altro, non ha ancora una data certa, piazzando anche i divisori in plexiglass che non avevamo ancora visto nei club parigini. E’ il club Joa Royale, situato a due passi da Place de la Concorde, che sta approfittando della chiusura per collocare pareti in plexiglas ai tavoli da poker nel suo spazio, la Grotta. Gli appassionati di cash game potranno quindi andare a giocare in sicurezza. Ogni tavolo ospiterà 8 giocatori. Prima della chiusura decretata dal governo, il club dei giochi del gruppo JOA intendeva riattivare i suoi tornei di poker ma ancora è tutto chiuso in attesa di disposizioni governative.

In Francia i club di gioco nazionali e della capitale sono chiusi dal 6 ottobre, e in molti ne approfittano per apportare alcune modifiche per ricevere i giocatori nelle migliori condizioni quando la riapertura sarà possibile. Ma il contraccolpo economico è stato e sarà pesantissimo. A nulla sono servite le proteste e le lettere scritte al Governo.

Purtroppo il premier Jean Castex ha annunciato di “aver deciso di mantenere invariate, almeno per i prossimi 15 giorni, le regole del lockdown". I negozi cosiddetti 'non essenziali' resteranno dunque chiusi e, purtroppo, ci sarà anche il poker live tra queste attività. Inoltre ha detto che se i dati ospedalieri dovessero continuare ad aumentare le autorità saranno costrette a varare nuove misure. Attualmente, ha avvertito, il numero di pazienti Covid-19 ricoverati supera il picco del mese di aprile. "In Francia registriamo un ricovero ogni 30 secondi e un'ammissione in rianimazione ogni tre minuti".

Castex ha precisato che il 40% di questi pazienti hanno meno di 65 anni. Ha inoltre aggiunto che "un decesso su quattro in Francia è ormai dovuto al coronavirus". Dopo la possibile riapertura dei negozi, al termine del lockdown, il primo dicembre, il primo ministro ha annunciato un "nuovo alleggerimento" delle misure per le vacanze di Natale, così da permettere ai francesi di ritrovarsi in famiglia. Questo, se la circolazione del virus e la pressione sugli ospedali continuerà a diminuire come negli ultimi giorni. Il premier ha però consigliato di evitare "grandi feste e veglioni con decine di persone", soprattutto per l'ultimo dell'anno.
Share