Logo

Super bisca di poker live scoperta a Parigi in pieno lockdown

Boom di partite di poker illegali nella regione di Parigi nonostante il lockdown: la polizia scopre una bisca da 30 players e chiude il locale. 

Come avevamo già detto, mentre i club di gioco sono stati chiusi dal 6 ottobre e non sembrano pronti a riaprire a giorni, le partite illegali e underground sono in aumento nella regione di Parigi. Avevamo già avuto modo di parlare di recente di questo fenomeno. Secondo le  stime di siti francesi, nella regione parigina si svolgono dozzine di partite private.

Queste parti sono illegali perché viene effettuato un prelievo alla fonte, viene pagata la rake, insomma. Come nella storia di Molly Bloom, quello che distingue una partita legale da una illegale per molte giurisdizioni è proprio l’assenza o meno del pagamento di qualsiasi forma di rake o di fee se su tratta di tornei o sit and go privati.

A maggior ragione, il contesto sanitario vieta queste serate. E proprio nei giorni scorsi, secondo quanto riporta un tweet della Prefecture de Police di Parigi, gli agenti in un blitz hanno smantellato un circolo clandestino di gioco d'azzardo a Blanc Mesnil, nella Seine-Saint Denis. Le forze di sicurezza sono intervenute nella notte del 9 novembre in un bar shisha e hanno scoperto una bisca sotterranea.

Intorno alle 2:30 del mattino, la polizia ha effettuato un controllo in questo bar a Blanc-Mesnil. Il locale era ancora aperto nonostante fosse abbastanza tardi. Sul posto, hanno scoperto una trentina di persone che giocavano a poker contravvenendo tutte le indicazioni normative e dell’emergenza sanitaria che ha indotto un lockdown molto rigido nell capitale francese. Attrezzature nuove di zecca hanno permesso ai giocatori di sfidare la chiusura dei club di gioco a Parigi. Tre persone sono state prese in custodia, compresi i gestori di questo bar, ed è stata avviata un'indagine e il locale è stato chiuso.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.