Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

In Galizia una legge choc: si potrebbe giocare a poker online nei bar

  • Scritto da Ca

In Spagna, più precisamente in Galizia, una bozza della legge potrebbe permettere il poker e i giochi online nei bar. 

Una nuova bozza della legge sul gioco in Galizia mira ad approvare il poker o il gioco d'azzardo online dai bar della comunità. Il progetto, che è stato avviato due anni fa e mira ad aggiornare una legge del 1985, consentirebbe il gioco d'azzardo online attraverso l'uso di terminali simili alle scommesse sportive. Un provvedimento che sarebbe irreale in Italia in questo preciso momento storico.

La Direzione generale degli interni della Galizia ha presentato a dicembre una bozza in cui introduceva modifiche alla legge, stabilendo che i bar e i luoghi di intrattenimento potevano offrire slot machine e scommesse sportive. Inoltre, è stata stabilita la possibilità di installare "terminali di gioco statali non riservati", riferiti al gioco online che è regolamentato a livello federale. Secondo Faro de Vigo, le condizioni per il gioco d'azzardo online nei bar sono stabilite per decreto.

D'altra parte, la Xunta ha negato le voci secondo cui i bar potrebbero vendere biglietti della lotteria per Selae e Once. “Per quanto riguarda i terminali di gioco riservati sotto la giurisdizione statale (lotterie statali e Once), la comunità autonoma non ha giurisdizione, quindi non può regolamentare, o sottoporsi ad autorizzazione, o vietarne l'installazione. Sono giochi pubblici riservati alla competizione statale. Nessuna comunità ha limitato o regolato la sua installazione ”, ha assicurato.

Nonostante il fatto che questa misura amplierebbe i tipi di strutture che potrebbero offrire nuove forme di gioco d'azzardo, diverse organizzazioni si sono espresse contro il provvedimento poiché ritengono che avrebbe influenzato direttamente gli operatori di gioco, che sono già stati colpiti dalle restrizioni pubblicitarie imposte dagli spagnoli Governo attraverso il regio decreto.
"Prima del coronavirus abbiamo generato più di 60 milioni di euro all'anno solo in tasse di gioco pagate per intero alla Xunta e questa nuova offerta di gioco non riservata non pagherà tasse né genererà ricchezza in Galizia, oltre a causare la distruzione di posti di lavoro", hanno aggiunto Ageo , Abiga, Luckia e Comar .
Share