Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

De Seriis (Cds Events): 'La lunga storia del Tana delle Tigri e dopo la finalissima si riparte!'

  • Scritto da Cesare Antonini

Dieci anni di storia, una finalissima a tutto freezeout e senza garantito e il futuro da scoprire: Claudio De Seriis della Cds Events fa il punto sull'evento di fine marzo. 

E' tempo di finalissima, e anche di bilanci. E chi meglio di Claudio De Seriis della Cds events e "padre" del mitico Tana delle Tigri, può darci tutte le informazioni che vogliamo sulla prossima tappa dal 28 al 31 marzo al Perla Resort di Nova Gorica e, soprattutto, come è andata la stagione e dove sta andando il circuito che compie 10 anni di storia?

Partiamo dal bilancio? "Si chiude la decima stagione del TANA e lo si fa in piena soddisfazione, una stagione supportata oltre che dai consueti satelliti online anche da 2 classifiche che hanno reso il live e l'online molto vicini per quanto lo era possibile. Progetto interessante".

Quali sono le cose che porteresti con te nei prossimi eventi e cosa non rifaresti? "Non credo ci sia mai stato nulla nei Tana delle Tigri passati che non rifarei, si possono sempre migliorare le cose ed ottimizzarle, ma non facendo nulla a caso sono talmente ponderate le cose prima di farle...che di negativo da non riproporre mai più non c'è stato mai nulla fino ad oggi. Diverso il discorso su cosa con certezza si può riproporre all'evento successivo, moltissimo dipende da "location che vai, usanze che trovi"...ovvero esigenze dettate dai casinò nel rispetto dei giocatori resident, essenziali per la riuscita di un Evento di Poker ed una mediazione tra tutte le esigenze è spesso necessaria".

Un piccolo spoiler sulla nuova stagione o dobbiamo aspettare la finalissima? "Aspettare è la cosa migliore, preferisco sempre annunciare l'evento successivo dopo aver messo nel cassetto quello precedente, posso dirti che è il momento di rimettersi in marcia alla ricerca di nuove sfide, sono necessarie per la forza del Tana delle Tigri inoltre bisogna assolutamente tenere in considerazione la eventualità della liquidità online condivisa".

La finalissima sarà freezeout, c'è chi lo dichiara e basta e chi lo propone davvero come voi: quali sono le aspettative per una modalità di questo tipo nonostante il dilagare di re entry e formule piuttosto folli come ingressi al day2 e prize pool garantiti da coprire in ogni modo? "Per questo Main Event freezeout c'è stato un lavoro enorme dietro, considerando che è zero  garantito, sarà un grande successo sopra ogni migliore aspettativa. Con ciò però non voglio e  non posso dire che se il TANA tornasse ad essere sempre e solo freezeout sarebbe sempre un successo, anzi. E' una formula che interessa ormai solo ad una nicchia di giocatori, qualche brand ben conosciuto come il nostro può fare successo se lo propone una tantum, altri potrebbero non riuscire. Il vero freezeout è per pochi giocatori e pochissimi organizzatori. Ed occhio al freezeout day, non vi fate ingannare dall'abuso di questa parola!".
Il Tana delle Tigri è il torneo più longevo del poker live italiano, cosa vedi nel futuro di questo settore? Non è già questa la prova che ormai si andrà avanti ancora per tanti anni? O pensi arriverà il momento di dire basta? "Sì il Tana nasce nel 2009 ed è il torneo più "storico" ancora in essere, in questi 10 anni ha avuto sicuramente un calo di presenze ma fare dei paragoni con gli anni del boom in Italia è per me sbagliato, oggi si è posizionato per quelle che sono le sue potenzialità ed anche scelte. Penso che non arriverà mai il momento di dire basta al poker sano, al poker che unisce vacanza con divertimento con competizione con vincite in denaro, senza o con montepremi garantiti "umani". L'altro tipo di
poker lo conosco poco da organizzatore ed ancora meno da giocatore, ecco se tutti i giocatori che non "freerollano" le iscrizioni grazie ad esempio agli sponsor inizieranno a ragionare a che tipo di gara stanno partecipando, ecco questa tipologia di torneo potrebbe fermarsi, ma non è assolutamente alle porte questa mia previsione".
La partnership con Lottomatica com'è andata? Proseguirà al netto del cambiamento dello scenario normativo? "La nostra partnership è andata bene ed andrà bene, siamo un pò il Davide e Golia nel poker, una piccolissima struttura come la nostra che condivide dei progetti con una Azienda di importanza mondiale quale è Lottomatica, la migliore risposta al fatto che se esistono interlocutori seri e che si fanno partecipi di tutte le esigenze, le partnership possono durare
anche molti anni pure tra strutture così diverse come le nostre. Lo scenario normativo è talmente inesatto alla base dei suoi ragionamenti che non potrà mai fermare il Tana delle Tigri, anzi probabilmente lo rafforzerà. Da parte nostra non ci sono motivi per non proseguire la partnership con Lottomatica, un concessionario sulla propria piattaforma come offre un qualsiasi torneo potrà offrire un satellite al Tana".
Un ricordo a cui sei particolarmente legato al Tana delle Tigri? "Credimi, ne ho veramente tanti, ogni evento crea in me dei ricordi indelebili, forse i più forti sono legati a quando l'evento era un "bambino" tutto da formare ai tempi di Nice Hand e sicuramente alle prime esperienze ben oltre il confine italiano in quel di Brno nella Repubblica Ceca. Molti giocatori ormai amici sono legati al Tana proprio per le sue origini, sin dall'inizio il TANA ha trasmesso quella grande voglia ed esigenza di svago per evadere dal quotidiano, le location più divertenti restano indelebili nella mia mente e in quelle dei giocatori che mi seguono. Noi andiamo in vacanza ed ogni vacanza deve per forza avere bei ricordi".
L'appello finale! "Vi aspetto tutti al Tana delle Tigri a Nova Gorica al Casinò Perla dal 28 al 31 Marzo, se avete voglia di freezeout, di relax, di divertirvi, senza avere necessità o l'illusione di svoltare economicamente nella vita, questo è l'Evento che fa per voi...che poi una prima moneta prevista di 20K+ non è così male!
 
Share