Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

L'Ept si sposta a Monte Carlo per la seconda tappa del 2019

  • Scritto da Cesare Antonini

L'European Poker Tour si sposta a Monte Carlo per la seconda tappa del 2019: ecco lo schedule e tutto quello che c'è da sapere. 

 

 

Dopo la meravigliosa esperienza di Sochi, in Russia, ecco la seconda tappa dello European Poker Tour della stagione 2019 che, come ogni anno, si giocherà a Montecarlo. L'evento al Gran Casinò è una grande costante che i players francesi, italiani e di tutto il mondo, non sono disposti a perdersi. 

Nei giorni scorsi abbiamo aggiornato la situazione "Fisco" e, quest'anno, c'è da tenere in considerazione la vicinanza di date e di location con l'IPO Sanremo da 1 milione di euro, torneo che prenderà molto dal field di Monte Carlo e viceversa.

Andiamo a vedere il programma.
Si comincia il 25 aprile e si va avanti fino al 4 maggio, giorno del final table del Main Event. Il tutto, passando attraverso 41 eventi, i più importanti dei quali sono naturalmente il già citato Main Event (29 aprile - 4 maggio, €5.300 di buy-in), il French National Championship (26-29 aprile, buy-in €1.100 ), e l'EPT Super High Roller (27-29 aprile, €100.000 per partecipare).

Degno di nota, per chi dispone di bankroll milionario o per chi vuole assistere a tavoli zeppi di pro highrollers, è l'evento #20, il 50.000 euro di buy-in con unlimited re-entry, in programma il 30 aprile.

Interessante anche il "Right to Play charity event", che si giocherà sempre il 30 aprile, con un buy-in di 300 euro. In palio ci sono pacchetti per l'EPT di Barcellona del valore di €10.000 ciascuno e per l'EPT Open di Madrid (in questo del valore di €2.510), un buy-in per l'EPT National delle tappe successive (Barcellona o Praga) e vari altri premi.

La sede rimane quella dell'elegante Sporting MonteCarlo che ospiterà anche i tavoli di cash game. Oltre al poker, ci saranno tante opportunità di  divertimento e socializzazione. A cominciare dal party di PokerStars in tema "Vive la France" che si terrà alle 20:00 del 29 aprile al Med Garden. E ancora, per tutti i qualificati online che amano la Formula1, la possibilità di un giro in Ferrari o McLaren, per vivere un'esperienza di vita in pieno stile monegasco!
Dicevamo che Montecarlo è facile da raggiungere dall'Italia. Per chi volesse arrivarci in aereo, ricordiamo che l'aeroporto di Nizza dista soltanto 22 Km dal Principato, un tragitto percorribile in maniera comoda e rapida grazie ai collegamenti via shuttle/taxi organizzati da PokerStars.
Ci sarà lo streaming, a partire dal Day2 del Main Event (1 maggio), a carte visibili (cards-up) e commento in inglese, francese e spagnolo. Per chi ama leggere, invece, ci saremo noi con la copertura degli eventi principali attraverso il nostro blog live e i report giornalieri.
L'EPT di Montecarlo ha in passato regalato grandissime soddisfazioni ai giocatori italiani: a cominciare dal 6° posto di Luca Pagano nell'ormai lontanissimo 2008, all'11° di Salvatore Bonavena nel 2010, passando per il "quasi bronzo" di Sergio Castelluccio (4° nel 2012), per approdare agli incredibili successi di Antonio Buonanno (2014) e di Raffaele Sorrentino nel 2017, quando il tour era temporaneamente diventato PokerStars Championship. In mezzo ai due, la
ciliegina di Dario Sammartino, 8° nel 2016.
L'anno scorso l'Italia del Poker ha sperato grazie a Davor Lanini (14°) e Federico Petruzzelli (18°), ma la vittoria finale è andata al giocatore amatoriale di casa, Nicolas Dumant.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.