Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Il mega regalo di Natale di Leon all'Ept di Praga: in due giorni un high roller Plo da 1 milione €

  • Scritto da Cesare Antonini

Il mega regalo di Natale di Leon all'Ept di Praga: in due giorni un high roller Plo da 1 milione euro. 


A due giorni dal torneo e alla vigilia dello start dell'European Poker Tour di Praga, eccolo il tocco di Leon. Tsoukernik quasi per "bagnare" il suo nuovo investimento, il Casino Atrium della capitale della Repubblica Ceca, ha piazzato un high roller da 1 milione di euro garantiti da 25mila euro di buy in. E, udite udite, un torneo di Pot Limit Omaha con un buy in di questo tipo e added allo schedule dell'Ept Praga. Insomma, non solo un rinnovo per altri 5 anni in cui l'Ept si blinda all'Atrium, ma un segnale importante di quello che può apportare la società di Leon Tsoukernik in questa sala da gioco e per un evento che funziona già meravigliosamente di suo.
Si chiamerà King's Plo e l'impresa ora è coprire il garantito. Più che altro perché la pubblicità dell'evento è uscita davvero nelle scorse ore e, come specificato dall'organizzazione stessa, è aggiunta allo schedule Ept PokerStars. Al King's di Rozvadov high roller simili di Plo vennero coperti in più di un'occasione. E Leon chiamerà tutti i suoi players amici, clienti, followers e chi più ne ha più ne metta. L'action, poi, a Praga e all'Ept non manca mai.
Quindi parte col botto questa tappa di fine anno dell'Ept che va dal 6 al 17 dicembre proprio nel Casino Atrium nel plesso dell'Hilton della capitale ceca.


Vediamo il programma di quest'anno. E il 7 dicembre parte anche un altro torneo attesissimo come l'Ept National (€1.100 di buy-in) che si concluderà il giorno 11. Dall'11 al 17 sarà invece la volta del torneo più prestigioso, il Main Event che prevede l'ormai classico ingresso da €5.300. Strutturato in 2 flight iniziali (Day1A e B), il torneo si svilupperà poi in altre 4 giornate fino al final table di lunedì 17.

Il resto del programma manderà in scena un totale di 46 eventi, tra i quali anche l'EPT Cup (9-10/12, buy-in €330), l'EPT Super High Roller (9-11/12, buy-in €50.000) e l'EPT High Roller (15-17/12, buy-in €10.300).

E quest'anno c'è un'opportunità in più da non perdere, riservata a tutti i giocatori che si qualificheranno all'EPT Main Event di Praga tramite un satellite di PokerStars.it. Coloro che tra questi raggiungeranno il Day2 otterranno un posto in una mano di Crazy Pineapple, che assegnerà un Platinum Pass del valore di oltre €26.000 (circa $30.000) per il PokerStars Players Championship (PSPC) 2020.

Il primo satellite è in programma domenica 24 novembre e avrà un buy-in di €250.
Il Platinum Pass per andare al PSPC Barcellona nel 2020
La sede del torneo è il Casino Atrium Prague, presso l'Hilton Prague (Pobřežní 1, Praga 186 00, tel. +420 224 810 988). Per chi fosse alla ricerca di una sistemazione in hotel o altro, il nostro consiglio è di visitare il sito di PokerStars Travel.

Gli appuntamenti "festaioli" sono il Party di Natale, in programma l'11 dicembre alle 19:00, lo "Spin and Wheel" (opportunità di vincere tanti articoli promozionali gratuiti firmati EPT), i tour guidati per conoscere Praga, il Thrill Park (un parco "horror" nelle profondità della vecchia Praga) e l'escape room "Nuclear bunker". Tutte le informazioni in merito a queste attività saranno fornite direttamente al desk di accoglienza per i giocatori.
L'ultima tappa dell'EPT 2019 si preannuncia "con il botto", non solo per ragioni natalizie. L'anno scorso il vincitore Paul Michaelis si portò a casa €840.000 di primo premio e un Platinum Pass. Vedremo quest'anno chi festeggerà l'arrivo del nuovo anno con un assegno a 6 cifre.
Per gli appassionati di poker italiani, Praga è foriera di numerosi momenti di gloria. Oltre al già citato 2° posto di Alacqua nel 2007, c'è il fantastico risultato del 2008, quando a vincere il Main event fu Salvatore Bonavena davanti a Massimo Di Cicco, con il 5° posto di Franco Cirianni a completare il terzetto di italiani presenti al final table. Nel 2009 è Luca Pagano che raggiunge il tavolo finale e chiude al 6° posto, seguito un anno dopo da un'altra tripletta (senza vittoria, però) realizzata da Emiliano Bono (2°), Marco Leonzio (5°) e Roberto Nulli (8°). In ordine di tempo, l'ultimo final table praghese raggiunto da un giocatore italiano è quello di Gabriele Lepore, 4° nel 2017.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.