Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Spagna: la tv pubblica basca ritira la pubblicità del gioco d'azzardo

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

La decisione presa da Euskal Irrati Telebista include le sue piattaforme Tv, Radio e digitale, per proteggere il diritto dei più vulnerabili contro il gioco d'azzardo problematico.

 

 

L'emittente pubblica basca Euskal Irrati Telebista (EiTB) ha confermato che non trasmetterà più pubblicità legata al gioco d'azzardo attraverso le sue piattaforme Tv, Radio e digitali. A stabilirlo è il consiglio di amministrazione dell'Eitb, motivando la decisione con una nota in cui parla di una “applicazione necessaria" da parte dell'emittente regionale, allo scopo di "proteggere e salvaguardare il diritto dei più vulnerabili contro i gravi problemi di dipendenza che il gioco d'azzardo e le scommesse possono creare".

I media baschi confermano che sarà consentita unicamente la pubblicità di giochi di lotterie provinciali e spagnole, oltre alla "pubblicità statica" delle quote di scommesse durante le trasmissioni Eitb delle partite di calcio locali. Insomma, alla fine, anche qui rischia di essere oscurato unicamente il gioco del poker, e poco più. Per una sorta di beffa per i giocatori, tenendo anche conto che il poker è da sempre ritenuto uno dei giochi dove prevale di più l'abilità e quindi sembra essere meno soggetto a dipendenza o comportamenti nocivi.
GUERRA AL GIOCO O ALLA DIPENDENZA? - EiTB diventa la seconda emittente regionale spagnola a chiudere la porta alle pubblicità di scommesse e giochi d'azzardo, dopo che il mese scorso l'Assemblea di Madrid aveva incaricato Radio-Television Madrid (meglio nota come TeleMadrid) di ritirare tutti i contenuti relativi al gioco d'azzardo. Nella sua decisione, l'Assemblea ha espresso serie preoccupazioni sul fatto che TeleMadrid fosse diventata una piattaforma aperta per la promozione di massa dei locali di gioco regionali. Al solito, quindi, è stato un eccesso di esposizione a causare la presa di posizione filo-abolizionista, come troppo spesso accade in questa industria. Soprattutto in Italia, dove il surplus di promozioni del gioco in tv e negli stadi, ha creato un'indignazione crescente e sempre più generale, fomentando i già bollenti animi di molti movimenti di protesta. Il resto, ça va sans dire..
Intanto, lo scorso fine settimana il governo del Psoe ha assicurato che in caso di una vittoria nelle elezioni politiche in Spagna, seguirà una probabile riforma delle leggi sul gioco d'azzardo. Il Psoe, che attualmente è alla ricerca di una maggioranza per governare il paese, si è impegnato a riformare il codice pubblicitario spagnolo, concentrandosi sulla limitazione del contenuto del gioco d'azzardo.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.