Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Denilson e 888Poker, dalle Wsop ai Mondiali 2018: ecco il suo racconto

  • Scritto da Gt

Denilson ancora testimonial di 888Poker pronto per le Wsop dopo la partecipazione dello scorso anno e fa il punto sui Mondiali 2018. 

Ormai è una tappa fissa alle World Series e, più in generale ai tavoli verdi grazie al suo sponsor 888Poker. Denilson, uno dei calciatori brasiliani più tecnici della storia del calcio e talento purissimo, si rischiera a Las Vegas.

Era un tempo il calciatore più costoso del pianeta (da record il suo trasferimento al Betis Siviglia per 21 milioni di euro), oggi cerca di diventare quello che vince di più al tavoloo da poker.

Il vincitore della Coppa del Mondo 2002 ha trascorso 20 anni nel gioco prima di appendere gli stivali nel 2010 e ora passa il tempo a giocare come ambasciatore per 888poker.

Ha gareggiato nella serie World Poker dello scorso anno a Las Vegas e quest'anno potrebbe sbarcare di nuovo nella Sin City. Del resto 888poker è grande protagonista di questo maxi evento.
Denilson ha ammesso di essere stato abbastanza nervoso al tavolo da poker: "Ho giocato a calcio 20 anni, quindi non posso davvero paragonare le Wsop ai Mondiali. Ma quando ho visto tutti i giocatori nella sala mi sono sentito così nervoso e ansioso. Fino ad allora, avevo preso parte ai tornei in Brasile e non sentivo troppa pressione, ma questo era diverso. A Las Vegas, dal momento in cui arrivi, sai che è la cosa reale e il gioco è durissimo: ci sono i migliori giocatori di poker del mondo".
Denilson si è iscritto con 888poker a marzo 2017 e insiste nel ritenerlo come una ricompensa per tutto ciò che ha fatto nella sua carriera: "Quando smetti di giocare a calcio, molte persone dimenticano ciò che hai ottenuto. Quindi, avere 888 è stato come un trofeo per tutto ciò che ho raggiunto nel gioco".
Denilson ha giocato in due finali di Coppa del Mondo per il Brasile, subendo la sconfitta nel 1998 e assaporando il successo quattro anni dopo.
 

Dal poker alle scommesse, ecco qualche indicazione di Denilson sui Mondiali: "Le cose sono migliorate quando Tite ha preso il sopravvento, ha cambiato atmosfera e risultati positivi conferiscono calma e sicurezza al camerino. E penso ci siano davvero buone possibilità che il Brasile possa vincere la Coppa del Mondo".
Curioso, in un'intervista al Sun, il fatto che Denilson abbia individuato il suo erede in Raheem Sterling: "L'Inghilterra sarà sempre una delle favorite con un incredibile talento individuale, ma gli manca sempre qualcosa come squadra. Nei loro club brillano, ma insieme non riescono a mantenere lo stesso livello e nella Coppa del Mondo questo è fondamentale perché sono solo sette partite e non c'è tempo per affiatarsi. Comunque mi piace davvero Raheem Sterling, che ha avuto una brillante stagione con Gabriel Jesus al Manchester City. È veloce e può dribblare, mi ricorda davvero me stesso", ha concluso l'asso brasiliano.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.