Logo

Jason Mercier si prenderà quasi tutta la vincita di Garry Gates al main Wsop 2019

Garry Gates delude al final table del main event delle Wsop ma è felice e festeggia anche Jason Mercier che aveva una quota altissima del torneo. 

La delusione del Final Table del main event delle World Series of Poker è stato sicuramente l’americano Garry Gates che è uscito al quarto posto accontentandosi (ovviamente) di ben 3 milioni di dollari. Partendo con 171 milioni e dimostrando una discreta qualità nel gioco, è sembrato a tutti un po’ strano il suo dilapidare questo patrimonio inestimabile in icm. Poteva puntare Hossein Ensan che “vedeva” a 30 milioni di chips. Chi lo stava tifando forte era un certo Jason Mercier che non ha lesinato diversi tweet uscendo con un poco misurato “GG from the Vip, lets’ goooo”. E lo stesso Gates ha rivelato come debba dire grazie all’ex pro PokerStars che pare abbia pagato una parte enorme della quota di iscrizione di 10.000 dollari di Gates e ora è pronto per un pagamento a sette cifre. E’ possibile che Jason abbia bettato sul “cavallo” perfetto scegliendolo con cura e portandosi a casa oltre i 2 milioni di dollari. Non si sa di preciso quanto sia la quota di staking su Garry ma dalle parole del player sembra di intuire che Jason potrà riscuotere almeno 2 milioni di dollari. Ma, come detto, sono stime del tutto personali e senza info certe. 

In ogni caso Gates ha sottolineato che la vincita gli permette di guardare ad un futuro molto luminoso. Lacrime di gioia, forse anche di stress, quando è volato in sala stampa. La commozione trasmessa anche ad alcuni colleghi che erano lì. Capita. Per fortuna. Anche nel poker. 

"So di aver detto che significava tutto per me, ma  è vero", ha detto Gates. "Ho sentito così tanto amore da ogni parte, da ogni parte del mondo. Non lo dimenticherò mai. So che sto piangendo adesso, ma in fondo sono felice. Lo sono davvero. "
Per la prova di stanotte si è giustificato così ai microfoni di Kara Scott: “E 'stato tutto così veloce. Arrivi al tavolo finale con tutte le chips che avevo e ti aspetti un risultato più alto.  Ma al tavolo c’erano giocatori di poker di livello mondiale. Non lo faccio per vivere, ma per arrivare così lontano e per avere tanto amore e sostegno quanto ho avuto lungo la strada, sapevo di aver già vinto. Da una parte è un po 'deludente, ma sono un ragazzo fortunato. E tutto questo ha cambiato la mia vita. "
Per una volta Gates era dall’altra parte del rail: "Trovandomi spesso all’angolo di chi giocava, professionisti di tutto il mondo con cui sono diventato amico e con i quali ho condiviso le loro deeprun, adesso mi rendo conto cosa significa essere dall’altra parte del rail, appunto. Quando una comunità si riunisce per una causa ma quella causa sei tu, beh, ho provato immensa gratitudine”. 
Il lato economico è importante, ovvio: "Sono un milionario", ha detto Gates. "Il mio debito è finito. Posso comprare una casa. Posso comprare un anello per la mia ragazza. Posso prendermi cura di mia figlia. È fantastico. Il mio futuro è molto più luminoso ora. Non so cosa porterà il domani. Sono entusiasta di tornare alla mia routine. Questo torneo ti toglie tutto per nove giorni, lo fa davvero. Ma non lo cambierei per niente. E’ stato lo shot della mia vita e lo rivivrei per sempre”.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.