Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Nico Angelini e un compleanno speciale: 'Festeggio e poi torno a giocare tra IPO e Wsop Europe'

  • Scritto da Cesare Antonini

Nicola Angelini festeggia il suo 28esimo compleanno alla vigilia di una doppietta di eventi super: IPO Nova Gorica e Wsop Europe Rozvadov. 

Un bel regalo di compleanno sarebbe l’IPO Nova Gorica. Poi, però, c’è anche il ticket del main event Wsop Europe da giocare. Quindi, per festeggiare, si può anche aspettare i primi di novembre. Oggi, comunque, Nicola Angelini di anni ne fa 28. Gioca a poker da tanti anni e ha iniziato a stupire già da un po’. E, finiti i festeggiamenti per il suo compleanno, si prepara a vivere un periodo che si preannuncia denso. La tempesta dopo la quiete, in questo caso: “Sì, sarà il mio 28esimo compleanno e mi rimetto a giocare - racconta a Gioconewspoker.it, “NICOANGE91”, il suo nick online - mi rimetto in pista a IPO San Marino, arrivo l’11 ottobre e sto fino al 16 sperando di fare final table. Ero fermo da un mese circa perché volevo stare un po’ a riposo ed essere molto concentrato prima del main Wsop Europe. Ma un po’ di rodaggio era necessario e l’IPO è un torneo imperdibile specie a Nova Gorica dove non è stato mai giocato. Finito questo super evento volerò al King’s Resort di Rozvadov ad evento iniziato ma pronto per essere competitivo”. 

Che tornei giocherai alle Wsope? “Ho visto lo schedule ed è bellissimo - prosegue Angelini - farò qualche sat per alcuni eventi. Di sicuro non giocherò gli high roller e i super high roller che non sono alla mia portata ma altri eventi tipo il mini main Wsope, il 2.200 euro Omaha, un 1.100 e un 1.650 euro bounty, penso proprio di non perdermeli. Se riesco coi sat meglio altrimenti proverò a giocarli. Ma non ho un plan preciso ancora anche perché dopo l’estate scorsa devo ancora riprendermi da un bagno di sangue tra Barcellona e Rozvadov e ancora ne sto uscendo e non voglio andare oltre con lo spending”. 

Come hai portato avanti questo periodo? Hai studiato, approfondito il gioco in qualche modo? “Lo stile di gioco è rimasto invariato forse. Tuttavia nei live penso di essere migliorato tanto anche se sto giocando principalmente online e molto meno live. Per quello mi serve un rodaggio prima delle Wsope - prosegue Angelini - devo sentirmi bene al tavolo, iniziare a guardare i giocatori in un certo modo, riabituarmi ai tell che nell’online un po’ mancano”.

E l’approccio alle Wsope come sarà? “Penso che sarà il solito come in tutti i live in cui mi schiero anche se sto cercando ancora di rendermi conto di cosa sto andando a giocare. Sicuramente a poche ore e a pochi istanti dallo start arriverà quell’adrenalina che ci vuole in un torneo del genere che si unirà alla voglia di fare molto bene. E’ la prima volta che gioco un 10.300 euro, è il buy in più alto che ho mai giocato anche se ho già partecipato ad un high roller da 5.300 euro Wsop Circuit e altri tornei da 3.000, 2.000 o 1.500 euro”. 
Che range sceglierai al main Wsope? “Sicuramente non potrò giocare con range larghi con cui gioco in tornei da 300 o 500 euro e con field medio buoni a confronto di un field buono-durissimo con gente preparata che sa quello che fa. Cercherò di usare i range giusti svilupperò il mio gioco bilanciando tutta una serie di elementi anche in base al tavolo, al field e alle varie situazioni che incontrerò”.
Il field, in effetti, sarà durissimo: “So che arriveranno Dario Sammartino, Mustapha Kanit e i migliori al mondo come Daniel Negreanu e altri (anche quelli in corsa per il Player of the Year Wsop 2019, ndr) -  prosegue Nicola - ma la struttura è meravigliosa e la cosa non mi spaventa, anzi, mi stimola assai, mi eccita, mi gasa!”. Mi sembra che ci siamo. Good luck e happy birthday Nicoange!
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.