Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Matteo 'sgrillex' Sarais, l'IPO consacra anche lui: 'Ho pensato solo a giocare il miglior poker!'

  • Scritto da Cesare Antonini

Matteo 'sgrillex' Sarais trionfa nell'IPO Liechtenstein e corona il sogno di uno shot dal vivo che cercava da tempo. 

“Ho visto il torneo in Liechtenstein da un volantino pubblicitario che ci avevano lasciato al tavolo mentre giocavo l’IPO San Marino a metà luglio e ho deciso di volare qui perché era da tempo che cercavo uno shot live importante. Penso di essermi meritato il torneo e adesso continuo sulla mia strada senza chissà quali strappi nella vita e nel poker. Las Vegas? Ci provo!”.

Matteo “sgrillex” Sarais ha vinto l’IPO Liechtenstein su oltre 1.100 entries e portandosi a casa 104mila euro al cambio col franco svizzero. Dal Day3 in poi ha dominato in maniera pazzesca e squisitamente sul piano del gioco. Per quello abbiamo parlato di strapotere assoluto: “No, addirittura strapotere no, ma penso di essermi meritato ampiamente la vittoria e lo avranno notato tutti nella diretta a carte scoperte”, ha commentato Sarais.

Dei colpi cruciali abbiamo già parlato nel report finale. Quello che vogliamo sapere da Matteo è se temeva qualcuno nel late stage del torneo visto che diversi nomi importanti c’erano e potevano fare molto bene come Savinelli, Viali, lo stesso Ricci, Issam e Sorrentino al final table: “So che c erano players molto forti ma non c’ho mai giocato e non li conosco - ha spiegato Matteo - non sono presuntuoso ma non temo nessuno se gioco il mio poker. E’ normale che ci fossero ottimi players perché 113k Chf non sono pochi anche se sei un reg. Per quello che mi riguarda ho pensato solo a giocare nel miglior modo e soprattutto a due tavoli left, quando ho incrementato molto il mio stack, ho pensato a martellare come un ‘maiale’”, sorride Sarais. E ha ragione, ha messo una pressione pazzesca a tutti. E alla fine c’ha rivelato: “La mano con Ricci? Quella in cui gli vado in all in era una delle poche in cui avevo davvero qualcosa di buono in mano”.

Ha 27 anni, vive a Milano e vive di poker. Come è finito a Vaduz al Grand Casino? “Sono attualmente primo su Pokerstars.it col nickname ‘sgrillex’ e online va molto bene. E’ da tempo, però, che cercavo di vincere un torneo molto importante dal vivo e a San Marino ho appreso di questo torneo. Adoro la montagna e ho pensato, qualora dovessi uscire dal torneo potrei farmi un bel giro per il Liechtenstein e la Svizzera visto che qui intorno c’è un bellissimo panorama. Alla fine non ho avuto tempo, per fortuna. Giusto prima del final table mi sono rilassato un po’”.

Beh, è andata bene così. La domanda solita, banale: con questi soldi cosa ci farai adesso? “Nulla di particolare se non solidificare il mio bankroll che è già molto buono. Non ha senso sputtanarseli con qualche stupidaggine. Comprarsi un auto, un Mercedes, non so. Ho tutto e ora sto solo più tranquillo”.

Dal 30 settembre prendono il via le Wsop ma per gli italiani potrebbe essere vietato andare per via del Covid-19, cosa farai? “Mi piacerebbe tantissimo andare ma non so davvero come fare anche se qualche soluzione potrebbe esserci. Ci penserò appena tornato a casa anche se prima andrò a Rozvadov!”.

L’IPO ha sempre avuto la qualità di premiare ottimi players e consacrarne alcuni dal gioco digital a quello live. Sarais è il profilo perfetto che va sulla scia di ex winner ormai come Radicchi, Delfino o lo stesso Speranza, l’unico a vincere due volte questo meraviglioso torneo.

L’appuntamento per “sgrillex” e per tutti i players è fissato per gennaio 2022, dal 5 all’11 con 1 milione garantito in palio!

Share