Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Valentina Rapisarda: 'Un lavoro magnifico con De Vere Concept, sono al settimo cielo!'

  • Scritto da Cesare Antonini

L'intervista Gioconews.it alla splendida Valentina Rapisarda testimonial del Grand Hotel Billia e al centro della campagna pubblicitaria di De Vere Concept. 

Saint Vincent - “Un’esperienza nuova, entusiasmante e variegata. Ho conosciuto un mondo nuovo e ho imparato che nella vita non bisogna mai fermarsi alla prima apparenza e andare oltre. Ho riscoperto molti punti di me stessa che non conoscevo. Tutto sembrava inarrivabile e inavvicinabile invece tutto è stato realizzato in maniera fantastica e sono al settimo cielo”. A parlare è Valentina Rapisarda, testimonial del Grand Hotel Billia che ha fatto girare la testa a tutti gli ospiti dell’albergo meraviglioso collegato al Casinò di Saint Vincent e a tutti i giocatori che hanno partecipato al Centomila Gradi, torneo di hold’em sportivo organizzato dalla De Vere Concept che ha curato la campagna pubblicitaria già in atto sui principali canali media nazionali. Oltre ai 799 spot, la location di Saint Vincent beneficerà anche di un servizio fotografico che sbarcherà sulla cartellonistica stradale a Milano, Torino e altre grandi città oltre allo stadio di San Siro e altre location top e che ha visto al centro proprio Valentina: “Sono stati giorni intensi che ho vissuto al massimo. Era la mia prima esperienza di questo tipo e rimarranno come bagaglio importante per la mia vita”.

 

 

Valentina è stata scelta tra 100 candidate con una selezione partita su Instagram dove comunque la Rapisarda non si comporta proprio malissimo: nel suo account numeri da paura con 433mila follower, circa 1.100 post e milioni di visualizzazioni e di likes. Ha battuto tanti account molto importanti, nomi importanti anche già conosciuti a livello nazionale. Il bello del casting è che le ragazze sono state seguite dalla De Vere senza essere state avvertite di questa selezione. “E’ stato impossibile bluffare, sapevano tutto di me e quindi è stato anche più facile, poi, essere me stessa. Ero Valentina e sono rimasta Valentina”.
Le foto che usciranno saranno impressionanti. Lo assicura l'amministratore di De Vere Concept, Pierpaolo Trupia che ha seguito tutto il progetto per la sua azienda  “La bellezza di Valentina è dinamica, farà parlare. E’ molto performante nella fotografia anche con le sue imperfezioni. Non ci serviva una persona che usciva dal chirurgo plastico. Lei deve ringraziare se stessa perché ha delle qualità che non puoi impararle e acquisirle da nessuna parte. Cercavamo qualcosa che non fosse seriale ma unico e l’abbiamo trovato”.
 
 
Ora non resta che aspettare i risultati del lavoro fatto: “Penso che quando mi vedrò sui cartelloni pubblicitari nelle città più importanti d’Italia semplicemente sverrò. Ho visto solo lo spot e sono rimasta già scioccata”, prosegue Valentina
Protagonista con Valentina l’hotel Billia e la location di Saint Vincent: "Questo posto è bellissimo e visitatissimo. Pensavo ci fosse meno gente invece ti senti coccolata da tutte queste persone che ho trovato qui e che ho apprezzato davvero. In questo momento mi sento una bambina al parco giochi per me qui è tutto nuovo. Anche quando stavamo giocando al casinò ero curiosissima. Insomma sono entusiasta di tutto, del casinò, del Billia, di questa esperienza e del mio lavoro”.
Instagram, Uomini e Donne e ora questa nuova esperienza: “Un riassunto della mia carriera? La mia carriera è proprio un riassunto nel senso che non ho fatto granché finora. Ho fatto questa esperienza ad Uomini e Donne in tv, sono stata quasi sei mesi lì ma è stato qualcosa di individuale. Mi sono messa alla prova: sarei stata in grado di fare scena in un contesto in cui serviva questo? Alla fine ho capito di non essere adatta. E’ stata un’esperienza introspettiva e ho capito di non sentirmi nessuno, di sentirmi Valentina”.
Un bell’upgrade per te, adesso: “Ora voglio crescere e che questa esperienza sia performante per me stessa. E’ uno dei tasselli che mi faranno capire cosa voglio fare e dove andare. Voglio rimanere Valentina, stare coi piedi per terra e capire cosa c’è intorno. Non voglio farmi plasmare e capire qual è il mio posto nel mondo dello spettacolo e in generale”.
Avrai un sogno nel cassetto, però, in questo mondo: “No, non ho sogni particolari, dove capisco che posso arrivare mi spingo più avanti perché voglio vedere fin dove posso andare. Ma se capisco che una cosa non mi compete mi fermo subito. Comunque esploro, provo tutto anche perché l’unica cosa che non voglio è morire di rimpianti e pentimenti”.
Qual è il tuo rapporto col gaming? “Gioco tantissimo a carte, a poker con gli amici in Sicilia spesso si inizia a ottobre e si finisce a febbraio. E’ un momento di ritrovo. Da quando mi sono trasferita a Bologna ho praticamente smesso, nessuno gioca a carte! Infatti le feste sono un po’ più tristi adesso - se la ride Valentina - a questo punto farò Natale a Saint Vincent al caldo nella Spa”.
 
Come ti sei trovata con la troupe? “Mi sono trovata benissimo, con un progetto così grande avevo paura di non essere all’altezza anche agli occhi degli altri e dei meravigliosi professionisti coi quali ho lavorato. Poi tutto si è incastrato alla perfezione. Tutti volevamo raggiungere l’obiettivo desiderato e si è creata una bellissima squadra. Ci siamo molto uniti. Il primo giorno è stato epico, lì abbiamo cercato di capire come canalizzare il lavoro e tutti mettevano qualcosa di proprio perché erano parte integrante di quello che stavamo facendo. Ed è stata la condizione ideale per lavorare e sarebbe quella per rifarlo, non c’è dubbio”.
Arriverci al Billia, quindi, e dappertutto con le immagini della meravigliosa e simpaticissima Valentina Rapisarda.
 
 
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.