Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

In Michigan la prima room che unisce poker (per beneficenza) e golf

  • Scritto da Ca

Nel Michigan apre la prima room che unisce golf e poker, in beneficenza, ovvio: due simulatori professionali e quattro tavoli da poker e un bar per gli ospiti. 

Solo nel Michigan, Stati Uniti, potrebbe aprire e funzionare una sala da gioco che unisce poker e golf. E infatti a Livonia ha aperto questa sala che si chiama Players Golf and Poker Room dove si può lanciare la pallina in simulatori professionali e giocare al tavolo verde per beneficenza oltre a degustare ottimi cocktail nel bar annesso.

I giocatori di golf possono godere di due simulatori alti 10 piedi e larghi, che i principianti o i professionisti possono affittare per esercitarsi da soli o competere in gruppi in partite avvincenti. L'altro lato dell'azienda offre quattro tavoli da gioco, dove gli appassionati di poker possono giocare per vincere qualche dollari e, nel contempo, aiutando a raccogliere fondi per cause benefiche come consente la legislazione Usa.

 

Il manager Mark Kalaj ha detto che l'obiettivo è quello di offrire un'esperienza unica che unisca l'amore per il golf e il poker sotto lo stesso tetto. "Penso che abbiamo una buona nicchia di appassionati dalla quale pescare per mantenere la sala e creare un discreto business”, ha detto Kalaj.

Secondo i proprietari gli affitti dei simulatori di golf dovrebbero essere particolarmente apprezzati durante l'inverno, quando fa troppo freddo per i golfisti del Michigan.
I golfisti possono programmare i simulatori come se stessero giocando sui 50 migliori campi da golf del mondo, come Pebble Beach in California e St. Andrews nel Regno Unito, tra gli altri. Possono anche semplicemente scegliere un campo pratica e testare il proprio swing.
Sta prendendo piede anche il poker. Un paio di tavoli iniziano a funzionare abbastanza bene e sono già stati raccolti i primi fondi per aiutare le persone con dispositivi e servizi di cui hanno bisogno per la vista e le difficoltà uditive.
 
Il tesoriere del club Lions John Spencer ha dichiarato che quattro giorni di poker di beneficenza potrebbero portare da $ 2,500 a $ 3,000. "Non teniamo i soldi, doniamo tutto", ha detto. Ma è possibile che qualche piccola cifra i players la possano incassare. Non si scherza, però, in Michigan dove, in passato, sono state spesso montate inchieste su alcuni club che nascondevano importanti partite a soldi veri.
In ogni caso una parte dei proventi del poker in beneficenza ci vanno davvero. Loren Bennett e John Spencer, volontari per la Fondazione Lions e Lions del Cantone e il volontario Wendy Diehl (nascosto dal signore che compra le fiche di poker), aiutano a raccogliere fondi.
Finora, ha detto Kalaj, gli eventi di poker di beneficenza hanno aiutato organizzazioni come gruppi di scuole superiori, organizzazioni di veterani e gruppi di servizio come il Club Lions di Canton. I giocatori di poker vincenti guadagnano i loro soldi, ma una parte di ogni mano va ai beneficiari. La sala giochi ha anche un tavolo da blackjack.
Vedremo mai in Italia qualcosa del genere? Difficile, molto difficile.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.