Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Il Michigan potrebbe essere il quinto Stato Usa regolato nel poker online

  • Scritto da Gt

Il Michigan potrebbe essere il quinto Stato ad essere regolamentato nel poker online Usa: il ddl passa al Senato. 

 

 

"Siamo vicini al traguardo ed è una mia priorità assoluta vederlo arrivare fino alla fine". Ha parlato così Brandt Idem senatore repubblicano del Michigan che pare sia in dirittura d'arrivo col suo decreto per il poker online e per il gambling in generale. 

In effetti solo tre Stati sono tuttora regolamentati per il poker online ed è in arrivo il quarto, la Pennsylvania. Dopo il poker c'è la "cinquina" se si unisce il Michigan.
Sì perché Iden ha spinto House Bill 4926 per un paio d'anni e lo ha introdotto per la prima volta nel settembre 2017. È passato attraverso la commissione e c'erano già i presupposti per chiudere l'iter l'anno scorso. Poi non se ne fece nulla. Tutti i mali non vengono per nuocere visto che, il ddl, è stato riproposto quest'anno, quindi non ha dovuto ricominciare tutto daccapo.

Il 2018 ha avuto più successo. Iden ha ottenuto l'ok al suo disegno di legge dall'Assemblea a giugno, ma ovviamente ha ancora bisogno che il Senato lo superi e poi ottengala firma del Governatore. Tutto in circa tre settimane. Questo è importante, in quanto, a differenza dello scorso anno, il bill non slitterà fino al 2019. Lo dicono le regole che tengono in vita le proposte di legge per due anni e consentono di non far ricominciare il processo fin dall'inizio che è ovviamente molto più complesso.


Il fatto che il disegno di legge sia già passato alla Camera è segno che il lavoro di Iden è sostanzialmente finito e ora deve aspettare solo cosa fa il Senato.
Iden ha detto al settore del Poker online che il leader della maggioranza al Senato Arlan Meekhof è il punto chiave, poiché è il presidente del comitato per le operazioni governative, e il ddl è fermo lì al momento. Il comitato non è programmato per incontrarsi, ma Meekhof potrebbe farlo se questo è ciò che desidera.
"Essere di fronte alla sua commissione è positivo", ha detto Iden all'OpR. "Avere il capo della maggioranza del Senato sovrintendere a come vengono gestite queste bollette è importante per la legislazione, perché ottenere la sua benedizione è fondamentale per ottenere il passaggio".
Anche il leader del piano di maggioranza al Senato Mike Kowall è importante, poiché è un sostenitore del disegno di legge al Senato.
Una delle sfide per il disegno di legge è che, sebbene non sia assolutamente necessario, sarebbe meglio avere il sostegno degli stakeholder dello stato - vale a dire i tre casinò commerciali e le tribù native americane. Alla fine del 2017, sembrava che i casinò fossero d'accordo, anche se a metà di quest'anno le tribù non erano ancora completamente favorevoli.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.