Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Il Doj Usa ritarda a presentare ricorso: solo burocrazia o speranze per il settore

  • Scritto da Gt

Ritardi nella presentazione del ricorso del Dipartimento di Giustizia Usa contro l'intepretazione del Wire Act del 1961. 

La Corte d'Appello First Circuit degli Stati Uniti ha confermato la proroga del termine del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DOJ) per presentare ricorso contro la sentenza della corte di stato del New Hampshire che ha sospeso l'applicazione della nuova interpretazione del Wire Act del 1961 che fermerebbe il poker online e anche la liquidità condivisa interstatale. Il caso è iniziato a gennaio 2019. La nuova data di appello è ora il 20 dicembre, dopo la scadenza precedente al 12 novembre.

All'inizio di quest'anno, il DOJ ha annunciato una nuova interpretazione del Wire Act del 1961 che limita tutte le forme di scommesse online e non solo gli eventi sportivi, come era stato interpretato fino ad allora. La Commissione per la lotteria del New Hampshire (NHLC) è andata in tribunale e il giudice Paul Barbadoro ha stabilito a giugno che il Wire Act "si applica solo alle scommesse relative a eventi sportivi o concorsi", contrariamente a quanto affermato dal DOJ.

Il termine per l'appello del DOJ era il 12 novembre, ma è stato consentito di prorogarlo fino al 20 dicembre, il che significa che questo caso di lotteria e interpretazione statale arriverà entro il 2020 senza una decisione del First Circuit Court. Secondo i nostri colleghi di pokerfuse.com, gli esperti prevedono che questo caso continuerà alla Corte Suprema del paese o che un cambiamento di amministrazione nel 2020 potrebbe comportare che il DOJ non persegua più la sua nuova interpretazione del Wire Act del 1961.
Strano il ritardo visto che la sentenza della corte federale del New Hampshire è stata depositata il 3 giugno: possibile che in oltre 5 mesi non sia disponibile un testo per il ricorso. Qualche difficoltà nella stesura del ricorso? Qualcuno sta considerando di non perseguire la reinterpretazione del Wire Act.

Il fatto è che lo stato della Pennsylvania è ancora in attesa di soluzione di questo caso, consigliando ai suoi operatori di evitare la condivisione del mercato oltre i confini statali. A differenza dei giocatori del New Jersey, del Nevada e del Delaware, che competono per i montepremi condivisi, PokerStars & Co non possono farlo dal Pennsylvania Gaming Control Board (PGCB).
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.