Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Il 50% dei players norvegesi gioca sul 'punto com': lo Stato pensa alla regolamentazione

  • Scritto da Cesare Antonini

Anche la Norvegia pensa ad una regolamentazione del poker e del gioco online: oltre il 50% dei players gioca sui siti esteri.

"Dobbiamo discutere della regolamentazione di gioco online prima di essere costretti a farlo . Oggi non abbiamo il controllo sul mercato del gambling. Non possiamo fermare le compagnie straniere e dobbiamo ricordare che la Norvegia non è un'isola deserta che non viene colpita dal mondo esterno". A lanciare il tema di una legge sul gioco online è stato Tage Pettersen, parlamentare del partito conservatore norvegese.
In effetti, lo stato in questione, gestisce un monopolio del gioco d'azzardo, con solo due compagnie statali autorizzate a offrire servizi al pubblico.
Com'è nella naturalità delle cose (ma solo in Italia dopo essere divenuti modello per tutta Europa e a livello internazionale, l'attuale Governo e quello precedente, viene ignorato tutto questo) il monopolio norvegese del gioco d'azzardo sta assistendo a un costante aumento della concorrenza dei casinò online gestiti dall'estero. E con oltre il 50% dei giocatori che preferiscono gli operatori esteri, alcuni funzionari governativi stanno ora valutando le varie opzioni, mentre la maggior parte è ancora aggrappata alle soluzioni del passato.
Il governo norvegese ha combattuto per anni gli operatori di casinò online all'estero, con una serie di misure messe in atto per limitare l'accesso dei giocatori alle loro offerte.

Queste misure includono il divieto di transazioni tra conti bancari norvegesi e operatori di casinò esteri, nonché la rimozione di app di casinò online dai negozi iOS e GooglePlay, per citarne un paio.
Ma nonostante questi sforzi, i giocatori cercano casinò online stranieri, così come fornitori di poker online, più spesso che mai.

L'ultima statistica è imbarazzante: oltre il 50% dei giocatori preferisce i siti dot com o dot eu. Per non parlare del rischio che i player possano imbattersi in altre legislazioni dove il controllo sulla regolarità delle operazioni è davvero difficile.

I divieti non sembrano spaventare troppo i giocatori norvegesi, in quanto un numero crescente di players sta lasciando le soluzioni di gioco d'azzardo gestite dallo stato, a favore dei casinò online gestiti da paesi diversi. In effetti, uno studio di Menon Economics afferma che i due fornitori di giochi a distanza statali in Norvegia, Norsk Tipping e Rikstoto, hanno ora una quota di mercato combinata inferiore al 50% nel mercato del gioco d'azzardo online norvegese nel 2019.

La popolarità dei fornitori di casinò stranieri è ulteriormente dimostrata dall'esistenza di grandi siti di recensioni di casinò, come Casinoer.com, dove molti giocatori vanno a trovare i migliori casinò online stranieri per le loro esigenze.
Cosa fare quindi? Da un lato, gli operatori tendono a pensare che la licenza sia una buona idea, in quanto li rende più accessibili ai giocatori. D'altro canto, i detentori del monopolio preferiscono comprensibilmente mantenere i propri giocatori bloccati nelle proprie offerte.
Il problema è sempre la "fuga" dei players e dei loro depositi, ovvio. Una parte sostanziosa di reddito imponibile che lo stato perde.
Con un gioco regolamentato si abbatterebbe notevolmente la percentuale del 50% che, attualmente, finisce in altre legislazioni.
E il rischio di rimanere isolati sta facendo riflettere i regolatori norvegesi. In effetti diversi paesi europei che erano in regime di monopolio o senza regolamentazione, hanno scelto di seguire la strada delle licenze: Regno Unito, nonché i paesi vicini della Norvegia, Danimarca nel 2012 e la Svezia solo quest'anno. Della Germania, poi, abbiamo parlato nei giorni scorsi. Anche uno degli ultimi monopoli può cadere al momento.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.