Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Blind Interval and Game Clock. invece del tempo si giocano le mani effettive

  • Scritto da Ca

Daniel Negreanu lancia il format della sua room, il Blind Interval and Game Clock, si giocano le mani effettive al final table secondo il fattore M. 

Della room gli italiani che l'hanno "frequentata" non ne parlano benissimo. Ma Daniel Negreanu è entrato in battuta piena nella promopzione della sua nuova "casa, GG Poker e lancia un tema comunque interessante da affrontare e che, in realtà, è già presente come opzione di gioco nella room online. L'opzione è il "Blind Interval & Game Clock" ed è applicato al tavolo finale, principalmente.

Le caratteristiche si attivano allo start del final table, appunto. E funziona così: il livello dei blinds cambierà in base al conteggio delle mani anziché del tempo. E il numero del conteggio delle mani per i blinds può variare da torneo a torneo da struttura a struttura. Esiste anche un Game Clock entro il quale giocare il colpo ma, in generale, per calcolare il numero delle mani si utilizza il fattore M, e cioè il valore medio del torneo. Ricordiamo come si calcola: Chip totali di tutti i giocatori / (Piccolo buio + Grande buio + Totale ante) / Numero di giocatori. Il numero che esce saranno le mani da giocare.
Subito è nato un dibattito che, dobbiamo dire, sempre tranquillamente appannaggio del "Blind Interval & Game Clock".

Negreanu non poteva non dire la sua: "Uno dei vantaggi del giocare un numero di mani piuttosto che a livelli cronometrati è che non puoi fregare qualcuno che non ti piace nel pagare un big blind più alto. Seguendo il time puoi fare action vicino alla fine del livello e forzare sui bui di qualche oppo che li vede aumentare!".

E ancora "Danielino": "Qualcuno ha una buona ragione per dire che questa modalità non è ottima? Ovviamente non per tutto il torneo ma solo per il tavolo finale. E' ovviamente meglio. Con i tavoli finali a tempo se sai di essere il peggior giocatore puoi gestire meglio il tuo stack", conclude Daniel.
In realtà in alcune fasi di alcuni eventi, come a Rozvadov, dove il tempo in bolla viene stoppato e ogni mano vale "2 minuti" che vengono scalati progressivamente. In ogni caso la cosa potrà portare notevoli benefici sia nel live che nell'online.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.