Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Il Dmca di Twitch fa una strage di poker streamer: no alla musica coperta da diritti

  • Scritto da Ca

La musica su Twitch d'ora in poi va utilizzata solo con autorizzazione se coperta da copyright, i guai per tanti poker streamer per il Digital Millennium Copyright Act. 

Non si placa la rabbia degli streamer di Poker su Twitch costretti a cancellare molti video per via del nuovo DMCA (Digital Millennium Copyright Act) che ha vietato l’utilizzo della musica protetta da copyright senza autorizzazione.

Non c’è pace per gli streamer visto che all'inizio di quest'anno un certo numero di YouTuber di poker  hanno rimosso i loro video per poi vederseli ripristinati. Se non altro su questa piattaforma si è fatta chiarezza su ciò che gli streamer di poker potevano fare sulla piattaforma ed è stato annunciato che i collegamenti al poker sarebbero stati consentiti. Ora sembra che gli streamer di poker di Twitch abbiano le stesse difficoltà.

Nei giorni scorsi centinaia di streamer Twitch hanno ricevuto notifiche di rimozione DMCA (Digital Millennium Copyright Act) per la riproduzione di musica protetta da copyright in sottofondo dei loro stream.

In molti casi i vecchi contenuti sono stati rimossi senza un'opzione per contrastare il reclamo, perché Twitch era stato inondato di proteste.

Di conseguenza, questo ha portato molti streamer a prendersi la responsabilità di rimuovere tutti i loro video archiviati su richiesta e le clip di Twitch. In particolare, sembra che i giocatori di poker lo stiano facendo, poiché il poker è un gioco senza musica interna come potrebbe avere un videogioco, quindi gli streamer giocano da soli. Gli streamer ora hanno la possibilità di eliminare in massa l'intero catalogo di video on demand in un colpo solo.

Twitch, che ha recentemente lanciato un servizio per gli streamer per utilizzare la musica con diritti autorizzati, ha rilasciato una dichiarazione sulla rimozione: “Siamo incredibilmente orgogliosi del servizio essenziale che Twitch è diventato per così tanti artisti e cantautori, specialmente durante questo periodo difficile. È fondamentale proteggere i diritti di cantautori, artisti e altri partner dell'industria musicale. Continuiamo a sviluppare strumenti e risorse per istruire ulteriormente i nostri creatori e consentire loro di avere un maggiore controllo sui loro contenuti mentre collaboriamo con fornitori riconosciuti del settore nello spazio del copyright per aiutarci a raggiungere questi obiettivi”. Queste le motivazioni anche se sembra davvero bizzarro che il copyright vada a danneggiare il sottofondo della grinding house di un poker player. Ma, tant’è.

Gli streamer più famosi sono in tilt come KMArt: “E’ una cosa che mi spaventa davvero. Gli streamer hanno riprodotto musica e non ci abbiamo pensato due volte. Ora è molto diverso e tutti i creatori di contenuti devono essere in allerta. È triste vedere i creatori di contenuti rimuovere migliaia di ore di buone riprese per paura di uno sciopero", ha detto a PokerNews . "Mi sono divertito a sfogliare i miei vecchi clip e a ridere delle buffonate precedenti accadute su Twitch. Lo sciopero del copyright non è divertente, pensare che la piattaforma su cui mi guadagno da vivere potrebbe essere in pericolo è terrificante”.
Alcuni streamer come quelli del team partypoker, ad esempio, non avranno problemi per aver rispettato sempre le politiche della piattaforma.
Share