Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Olanda, Ksa: più controlli e sanzioni per i fornitori di giochi online illegali

  • Scritto da Redazione

In vista della legalizzazione del gioco online in Olanda dal 1° ottobre, il regolatore Ksa adotta un nuovo approccio verso i fornitori, con sanzioni più elevate per gli illeciti.

 

Dal 1° ottobre in Olanda il gioco online diventerà legale. In vista di questa importante data-spartiacque il regolatore Kansspelautoriteit cambia la sua impostazione di priorità e la politica delle sanzioni nei confronti dei fornitori illegali.


NUOVA SITUAZIONE - René Jansen, presidente della Gaming Authority, afferma: “Alla fine di settembre verranno rese note le aziende che sono riuscite ad ottenere l'autorizzazione. Ci sono condizioni rigorose allegate a un permesso. I fornitori legali sono controllati dalla Gaming authority. L'intento della legge è quello di 'incanalare' i giocatori dai fornitori illegali verso quelli legali".

 

MULTE PIÙ ALTE - Un importante cambiamento nella politica è che la multa per l'offerta illegale di giochi online sarà notevolmente aumentata. Queste multe più elevate si applicano ai casi che sono oggetto di ulteriori indagini a partire dal 1° ottobre.
Se il fatturato di un fornitore illecito supera i 15 milioni di euro, la sanzione è correlata al fatturato e ammonta al 4 percento dello stesso.
Se il fatturato della società non è noto, l'Autorità per il gioco stimerà l'importo. Se il fatturato della società in questione è inferiore a 15 milioni di euro, la sanzione base è di 600mila euro. In entrambi i casi la sanzione può essere aumentata se ricorrono determinate circostanze aggravanti. È il caso, ad esempio, di un'offerta illegale rivolta a minori o di mancate informazioni sulla prevenzione delle dipendenze.
 
LE PRIORITÀ - Un altro cambiamento è che i criteri per la ricerca di un fornitore prioritario stanno cambiando. La Gaming authority può sempre decidere di avviare un'indagine esecutiva su un fornitore illegale. Tuttavia, questa offerta illegale non può essere combattuta in una volta sola. Nel definire le priorità, l'Autorità per il gioco tiene conto, tra le altre cose, del numero di giocatori olandesi con un fornitore illegale. Più giocatori giocano senza protezione con fornitori illegali, maggiore è la priorità che l'Autorità di gioco dà a tali fornitori illegali.
 
OBIETTIVI PUBBLICI - Oltre al numero di giocatori olandesi che si rivolgono ad un fornitore illegale, vengono presi in considerazione anche gli obiettivi pubblici dell'Autorità per il gioco: si tratta della tutela dei consumatori, della prevenzione della dipendenza dal gioco e della lotta all'illegalità e alla criminalità.
Con la volontà di tenere lontani gli utenti dai fornitori illeciti, che potrebbero “tentarli” offrendo una gamma più ampia di quella consentita nei Paesi Bassi.
 
NUOVA STRATEGIA DI APPLICAZIONE - Il Koa Act è anche un motivo per l'Autorità per il gioco d'azzardo per adottare una nuova strategia di applicazione. Non vengono affrontati solo i fornitori e gli inserzionisti stessi. Ciò vale anche per altre parti che lo promuovono, come i fornitori di servizi di pagamento.
Inoltre, altre autorità di regolamentazione in patria e all'estero, ad esempio quelle del mercato finanziario, saranno informate delle attività illegali da parte delle società sotto la loro supervisione, intensificando la cooperazione internazionale.
Alla fine di settembre, la Gaming authority annuncerà quali fornitori riceveranno una licenza. I giocatori possono prelevare i propri fondi da fornitori online illegali e passare a fornitori online legali dal 1° ottobre.
Share