Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

L'Egba chiede a Parlamento e Commissione Ue regole comuni sul gioco online in Europa

  • Scritto da Gt

L'Egba chiede a Parlamento e Commissione Ue regole comuni in Europa sul gioco online per proteggere i consumatori. 

L’European Gaming and Betting Association (Egba) chiede al Parlamento europeo e alla Commissione di intervenire nel settore del gioco d'azzardo online per garantire che i players online dell'Europa siano maggiormente protetti.

“Con le scommesse online che rappresentano ormai oltre il 20% del mercato europeo del gioco d'azzardo, la mancanza di norme comuni dell'UE per le scommesse online sta mettendo a repentaglio la sicurezza dei giocatori. Questo perché i paesi dell'UE hanno regole diverse per regolamentare il gioco d'azzardo online e ci sono notevoli disparità nella qualità di queste normative nazionali, incluse le protezioni dei consumatori disponibili per i giocatori d'azzardo online”, spiegano dall’Egba.

 

Ciò è confermato da un recente studio della City University di Londra che ha concluso che solo uno Stato membro - la Danimarca - ha pienamente applicato le attuali linee guida dell'UE sulla protezione dei consumatori per il gioco d'azzardo online e che esistono lacune significative nella protezione degli attori europei. La mancanza di regole comuni sul gioco d'azzardo non riesce a proteggere i giocatori europei da siti Web fasulli e non controllati spesso gestiti al di fuori dell'UE.

 

"Nel 2019, non c'è motivo per cui i giocatori d'azzardo online che vivono in un paese membro dovrebbero essere meno protetti di quelli che vivono in un altro, ma così accade. Ecco perché l'Egba chiede norme comuni dell'UE e una migliore cooperazione normativa per garantire uno standard di protezione più coerente e migliore per tutti i giocatori d'azzardo online in Europa, compreso l'accesso a un registro nazionale di auto esclusione e la protezione contro le minacce provenienti dall'esterno dell'UE”, ha dichiarato Maarten Haijer, segretario generale, Egba.
 
Ecco le richieste contenute nel manifesto Egba rivolto al’Ue:
- La Commissione europea garantisce l'attuazione della sua raccomandazione del 2014 sulla protezione dei consumatori da parte di tutti gli Stati membri dell'UE, proponendo misure giuridicamente vincolanti.
- La Commissione europea propone una nuova politica per il gioco d'azzardo online che tenga conto dei recenti sviluppi digitali, come la blockchain, l'intelligenza artificiale.
- La Commissione europea reintegrerà il gruppo di esperti delle autorità nazionali del gioco d'azzardo per garantire scambi regolari di migliori pratiche, dialogo e cooperazione normativa.
- Ulteriore standardizzazione dei requisiti tecnici nazionali per il gioco d'azzardo online, che vanno dai requisiti IT e di revisione alla segnalazione anti-riciclaggio.
- Maggiore trasparenza nell'ambito della cosiddetta procedura di notifica, per valutare e risolvere eventuali problemi di conformità con il diritto dell'UE prima che entri in vigore una legge nazionale.
- La Commissione europea deve applicare pienamente il diritto dell'UE nel settore del gioco d'azzardo online.
- Stati membri dell'UE  devono mantenere la competenza per l'imposizione di un punto di imposta sul consumo.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.