Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Liquidità poker online, Adm aspettava l'input dal Governo ora è tutto da rifare

  • Scritto da Cesare Antonini

Liquidità poker online, l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli aspettava l'input dal Ministero competente e dal Governo ma ora è tutto da rifare.

“La liquidità internazionale di poker online? Abbiamo verificato che tutto quello che era stato già realizzato in Agenzia fosse corretto e il dossier è presente nei nostri uffici. Tuttavia si tratta di una misura che necessita di un input dal ministero e dal governo per essere attivata”. Parlava così a Gioconews.it il direttore giochi dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Stefano Saracchi a margine della presentazione dello studio della Cgia di Mestre e As.Tro sui dati del gioco pubblico dopo la pandemia. Queste dichiarazioni sono state raccolte intorno alle 12:30 di giovedì 14 luglio. Poche ore dopo il Movimento 5 Stelle non avrebbe votato la fiducia al Dl Aiuti aprendo la crisi di governo che ha poi concretizzato le dimissioni di Mario Draghi da presidente del Consiglio.

Se la liquidità internazionale di poker online non era nell’agenda politica prima e forse sarebbe entrata in qualche ganglo del riordino del gioco pubblico, figuriamoci adesso. Mancando un governo politico in carica ricevere quell’input che era già assai debole prima, ora il segnale e lo stimolo sono praticamente ridotti al lumicino.

Con le dimissioni di Mario Draghi si apre una fase di incertezza politica per l’Italia. "Il Governo rimane in carica per il disbrigo degli affari correnti”, ha spiegato il Quirinale in una nota. E subito ci siamo chiesti se questo potesse aprire uno spiraglio sia per il riordino che per infilare in qualche cartella anche la condivisione dei tavoli di poker e di altri giochi online. La risposta è piuttosto semplice visto che una legge delega era un quadro che prevedeva poi una discussione parlamentare per determinare i tratti della nuova normativa del gioco pubblico. Lo stesso sottosegretario uscente, Federico Freni, ha chiarito come stanno le cose.

In ogni caso a giorni dovrà essere emanata una direttiva della presidenza del Consiglio dei ministri che definirà in concreto gli ambiti di intervento del governo dimissionario. "Dobbiamo far fronte alle emergenze legate alla pandemia, alla guerra in Ucraina, all'inflazione e al costo dell'energia. Dobbiamo portare avanti l'implementazione del Pnrr", ha detto il premier dimissionario Mario Draghi aprendo il Cdm dopo lo scioglimento delle Camere.

Un governo dimissionario ha comunque il compito di garantire la continuità amministrativa perché il Paese non può restare senza una guida

“Tra le sue facoltà ci sono gli atti di straordinaria necessità ed urgenza, come i decreti leggi se necessari e gli atti definiti "indefettibili" ovvero obbligatori per uno Stato”, precisa all’Ansa il costituzionalista Francesco Clementi.

Il governo dimissionario "potrà e dovrà emanare tutti i decreti legislativi attuativi di deleghe già approvate dal Parlamento, che è una quota parte importante dell'attuazione del Pnrr”.
“Ad essere preclusi”, continua l’esperto, sono “invece, tutti gli atti caratterizzati da una discrezionalità politica, come i disegni di legge (a meno che essi non siano legati ad obblighi internazionali)”. Certo la liquidità avrebbe un obbligo internazionale visto che ci attendono da 5 anni per un memorandum d’intesa proposto dall’ex manager Adm Daria Provvidenza Petralia. Poi il gioco cadde negli anni di tentativi di chiusura, proibizionismo e oscurantismo di parte della politica e il solo pensare all’allargamento della pool condivisa sembrava un abominio. In realtà si sarebbe solo aiutato a combattere il gioco illegale e l’uscita di molti Professional player costretti ad emigrare per lavorare ai tavoli online.
Tra riordino e attuale gestione Adm il tema si sarebbe potuto approcciare con serenità e senza paletti (o peggio muri) ideologici. Ora non resta che aspettare il nuovo governo in carica. E su questo non sappiamo davvero cosa prevedere e per il momento la liquidità rimane nel cassetto.
Share