Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Main Wsop 2019: l'enorme pot in cui Su cracka gli Assi di Greenwood e lo elimina

  • Scritto da Cesare Antonini

Il pot più importante del Day6 del main event delle World Series of Poker e che elimina Sam Greenwood per mano del softwarista di Boston, Su. 

Il pot del Day6 del main event Wsop 2019 è senz'altro quello che ha visto l'eliminazione di Sam Greenwood per mano di Timothy Su. Un piatto da 35-36 milioni che fa schizzare il chip leader alla ripartenza dell'action a 45,3 milioni di gettoni.

Ecco l'action:

Timothy Su apre 500.000 dal cutoff e Sam Greenwood 3betta larghissimo a 2,5 milioni dal big blind. Su gioca.
Flop: Q♦J♦4♣, Greenwood leda 1,8 milioni e Su gioca ancora. 

Turn: J♠, Greenwood esce una 2barrel da 3,5 milioni per mettere ai resti Su. All in che arriva per 11,5 milioni. 

Greenwood: A♥A♣

Su: 9♣10♣

River: K♣ e Su vola a 45,3 milioni per un pot di circa 33 milioni di chips. Incredibile.

Secondo l'analisi del blog Wsop l'80% delle volte questo colpo premierebbe uno dei più forti player high stakes e avrebbe regalato la chip leading al possessore di AA. Ma l'altro 20% dei casi ha voluto che un softwarista con pochissime migliaia di cash nel poker dal vivo e nel torneo più importante dell'anno, non solo si è ripreso la chip leading ma ha eliminato anche il player più forte (insieme al nostro Sammartino) rimasto in gioco a 45 left. 
Il tp di Su è incentrato sul tentativo del player di approfittare di un salto nello scalino del payout e di mettere un po' di pressione a Greenwood al quale faceva tantissime altre mani nel range e, quindi, facendolo probabilmente in bluff. Poi chiude la sua oesd ed è tutto più facile. Il fatto che nel resto del tempo di gioco Su abbia perso altri 10 milioni di chips chiudendo a 34,3 milioni, la dice lunga sulla condotta di gioco del semi pro di Boston dalle chiare origini orientali.

Colpo destinato a far parlare che assume una valenza totalmente diversa dell'ormai famigerato full house di Sammartino contro Antonio Esfandiari.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.