Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Wsop Var: i floorman applicano la regola correttamente ma il danno a Dario Sammartino rimane

  • Scritto da Ca

L'errore nel count a 11 left nei resti di Marchington contro Dario Sammartino: le regole parlano chiaro ma ecco perché si tratta comunque di un danno all'azzurro. 

“È responsabilità del caller determinare l'ammontare corretto della scommessa di un avversario prima di chiamare, indipendentemente da quanto sia stato dichiarato dal dealer o dai partecipanti. Se chi chiama richiede un conteggio ma riceve informazioni errate dal dealer o dai partecipanti, quindi colloca tale importo nel piatto, si presume che chi chiama accetti l'azione corretta e sia soggetto alla scommessa corretta o alla somma totale dell’azione”. E’ la regola 104 delle Wsop Tournament rules “Accepted Action”. Non abbiamo mai visto Dario Sammartino protestare così come si è visto in diretta streaming e nei contenuti ufficiali Wsop. 

Nel report finale i campionati del mondo hanno analizzato la situazione perché, in ogni caso, si tratta di un colpo che ha cambiato il torneo del nostro campione, togliendogli praticamente mezzo Stack in vista del tavolo finale al quale si sarebbe potuto sedere appena dietro i primissimi. Invece siamo sesti con 33 big blind ed è un peccato aver perso tutte quelle chips così. 

A 11 left Sammartino ha aperto la mano e ha deciso di chiamare quella che pensava fosse una giocata all in da poco più di 20 big blind da Marchington. Tuttavia, il dealer ha sbagliato il count chiesto da Sammartino visto che lo Stack dell’avversario era più vicino a 30 big blind. Dario con i 10 in mano ha ingaggiato il colpo prima che gli venisse comunicato correttamente il count.  Prima il count sbagliato, poi, un secondo dopo, quello corretto. Alla chiamata dei floorman un supervisor ha deciso che la chiamata sarebbe rimasta valida nonostante il riconosciuto errore. Questo proprio per la regola che abbiamo citato all’inizio. E’ possibile comunque che, nonostante l’arrabbiatura del momento, Dario avrebbe chiamato comunque una giocata del genere con una mano così. Trovare le “dame” ci sta ma con uno stack inferiore a quello poi effettivamente conunicato a Dario.

Niente "Var" per Dario, quindi, le regole parlano chiaro. Purtroppo. Tuttavia, in questo momento del torneo e con oltre 20 milioni di premi ancora da riscuotere, commettere errori da parte dl personale al tavolo è imperdonabile. Anche Sammartino avrà sbagliato e sarà forse stato tratto in inganno dall'errata comunicazione, ma l'attenuante di un torneo lunghissimo ad un player così forte e concentrato va data sempre e comunque. 
Niente recriminazioni da tifosi e da moviola, ci mancherebbe altro, ma il danno rimane e speriamo che Dario si riprenda subito il maltolto dal caso, dall'errore e dalla stanchezza. 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.