Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Zona bolla e tank eccessivi? La ricetta di Luca Vivaldi per le Triton Poker Series

  • Scritto da Ca

In zona bolla ci sono spesso tank eccessivi e il clock scorre se non si blocca il timer, ecco la ricetta di Luca Vivaldi per le Triton Poker Series.

Negli ultimi tornei che abbiamo seguito la zona bolla ha avuto i soliti problemi con i players short intenzionati a fare “melina” e perdere tempo nella speranza almeno di recuperare qualche spesa e andare a premio. Tuttavia molti Tournament director ovviano alla situazione scalando due minuti ad ogni mano giocata in modalità hand for hand. Un metodo corretto che in tornei con molte entries può garantire l’equità del gioco tra chi tanka e chi sta effettivamente giocando una mano che percorre tutte le strade del board.

Da Triton Poker arrivano una serie di innovazioni che vengono spiegate proprio dal direttore del torneo Luca Vivaldi che ha supervisionato i tornei high stakes per più di un decennio e ha introdotto alcune innovazioni specifiche per questi tornei esclusivi dai field ridotti, progettati per garantire l'equità. Ovviamente specifichiamo proprio che il metodo che andiamo a spiegare sia applicabile prevalentemente ad eventi in cui si gioca mano per mano con pochi tavoli. La soluzione sarebbe applicabile anche a tornei dai field più folti ma con un dispiegamento di personale molto più ingente rispetto agli standard con un conseguente innalzamento dei costi.

Per un fan del poker occasionale, l'importanza di queste cose potrebbe sembrare irrilevante. Tuttavia sono aspetti cruciali per il giocatore d'élite e si aggiungono al fascino generale di Triton.

Ricapitolando. Quando la bolla si avvicina nei tornei di poker, è spesso nell'interesse di un giocatore rallentare l'azione, sperando che qualcuno venga eliminato su un altro tavolo. Meno mani vedi, maggiori sono le tue possibilità di sopravvivenza, e questo significa che è solo un'accorta gestione del torneo fermarsi il più a lungo possibile prima di foldare.

Gli shot clock hanno aiutato ad affrontare lo stallo in generale. E anche il gioco mano per mano sulla bolla è comune in quasi tutti i tornei. Ma nelle Triton Series, abbiamo anche un periodo di gioco noto come "soft" hand-for-hand, in cui lo staff del torneo tiene traccia del gioco su due (o più) tavoli e garantisce che, in generale, tutti i tavoli giochino lo stesso numero di mani.

Ciò richiede che un membro del personale di sala si trovi tra i tavoli e registri quante mani vengono giocate su ogni orbita. Se un tavolo finisce per giocare molte più mani degli altri, gli viene detto di fare una pausa mentre gli altri recuperano il ritardo. Ma, naturalmente, non tutte le mani di poker richiedono la stessa quantità di tempo per essere completate, e i logger registrano anche se l'azione si conclude pre-flop, al flop, al turn o al river, e giudicano di conseguenza.

Vivaldi ha detto: “La necessità di gestire così la fai hand for hand è per impedire ai giocatori di stallare intenzionalmente durante il periodo pre-bolla. Inoltre è perché a volte potrebbe esserci un tavolo con meno giocatori rispetto a un altro tavolo. Ad esempio, in un torneo a sei, potresti avere un tavolo a quattro e gli altri due a cinque. Monitoriamo quando l'azione è terminata su ogni tavolo, per vedere se è necessario impedire a un tavolo di giocare, affinché gli altri possano recuperare il ritardo.

Ovviamente vogliamo sempre che il torneo si svolga nel modo più naturale possibile. Ovviamente non giochiamo mano per mano all'inizio di un torneo. Stiamo monitorando attivamente tutti questi piccoli dettagli per garantire in definitiva l'equità il più possibile in ogni torneo".

Quanto deve andare avanti un tavolo prima che gli venga detto di fermarsi? “Dipende molto dai dati che raccogliamo - spiega Vivaldi - ad esempio, se un tavolo è in vantaggio di quattro mani ma ha avuto solo un'azione pre-flop, e l'altro tavolo ha avuto molta azione ed è andato al river più volte con all-in e call, allora verrà fermato. Ovviamente se è innaturale – se ogni tavolo è andato sempre al river – e dopo un giro, un tavolo è quattro mani davanti all'altro, fermeremo quel tavolo per far recuperare il ritardo all'altro. I giocatori sono d'accordo e lo apprezzano davvero, così come lo sono con ogni altra procedura che abbiamo introdotto per prima alle Triton series".

Share