Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Piove nelle sale Wsop e si scatenano le polemiche: Savage in appoggio all'amico Effel

  • Scritto da Ca

La pioggia alle Wsop scatena le polemiche su alcune criticità delle Series: il td Matt Savage si schiera col collega Jack Effel. 

Las Vegas - E’ arrivato un endorsement bello e buono da Matt Savage, storico tournament director del World Poker Tour e che abbiamo visto spesso nello stand dell’Hard Rock Casino Seminole, Florida, dove si gioca uno dei tornei più importanti d’America, al suo collega td delle World Series Of Poker, Jack Effel. L’appoggio mediatico, ovviamente via Twitter, arriva dopo lo spiacevole inconveniente dell’acqua che è venuta a cadere nelle sale del centro conference del Rio Casino, dove si stava giocando il main event delle series mondiali. A ruota alcuni players si sono sfogati per alcuni problemi che, a ruota, si sono venuti a sommare a questo caso davvero singolare per una città in cui piove veramente un paio di volte l’anno.

“Il main event ha raccolto quasi 8mila persone ed è normale che ci sia qualche problema di ricezione e gestione di questa massa di entries. Hanno svolto un grandissimo lavoro ed è difficile dire altrimenti. Lo staff è ottimo ed è impossibile trovare dealer del genere da altre parti”. Mentre l’organizzatore e td, Savage, spezzava lance al collega Effel, c’era anche chi ha elencato ad uno ad uno tutti i problemi (presunti) della kermesse mondiale.
 
 
Il più preciso e duro nella lamentela è un certo Russeìl Dohan che ha detto: “Ecco i problemi, le code erano invivibil, due ore e mezza per acquistare il ticket del main event al day1B. In pausa le code per andare al bagno erano irreali allo stesso modo. Le camere e il cibo del Rio Casino sono scadenti e ci piove anche dentro. Inoltre suona l’allarme antincendio ogni tanto probabilmente a caso”.
Tutto qua? C’è anche qualcosa di positivo fa il paio con i complimenti di Savage: “Va ammesso che i dealer e lo staff sono grandi”. Meno male.
Tuttavia altri commenti sembrano affievolire le polemiche. E, in realtà, le grandi file si vedono solo in occasione del main event e degli eventi più numerosi. Forse per i bagni qualcosa si potrebbe davvero fare. L’unico che c’è nel convention center è forse davvero insufficiente quando Pavillion, Amazon, Brasilia e Miranda sono tutte piene con tanti tornei e cash game in corso.
Poi, scorrendo sul Twitter di Dohan si nota uno status: “Il treno delle 6:39 è arrivato alle 6:51, è inaccettabile il sistema dei treni è scorretto”. Forse un giretto in Italia potrebbe servire al caro Russell.
Scherzi a parte Savage ha messo il punto sulla polemica: “Potremmo difendere ad oltranza le Wsop e il Td delle Series stesse ma non è necessario quando succedono cose che sono al di fuori del proprio controllo e si riescono ad accomodare 8mila persone facendola sembrare una cosa semplice. Le file alle registrazioni e ai bagni sono il risultato del loro successo. Adesso però Jack (Effell, ndr) svegliati e sistema questo soffitto!”.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.