Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

The Stars Group: il poker in leggero calo nel Q3, bene casinò, vola il betting

  • Scritto da Ca

The Stars Group comunica i dati del terzo quarter: poker leggermente in calo ma i guadagni principali arrivano sempre da lì.

Il poker cala del 3,9% anche se, esclusi i tassi di cambio, avrebbe avuto lo 0,3% col segno più. Ma il Gaming coi giochi da casinò crescono del 28,9% su base annua e le scommesse, addirittura, salgono del 79.9%. Il cambio di pelle di The Stars Group è ormai in un processo irreversibile anche se, ancora, il poker guadagna più del doppio del gaming e 10 volte rispetto alle scommesse. The Stars Group Inc. ha annunciato oggi, 7 novembre, i risultati finanziari per il terzo trimestre conclusosi il 30 settembre 2018. Il poker scende ma ci sono tanti perché.

I guadagni del poker per il trimestre sono stati di 212,8 milioni di dollari, ovvero una diminuzione di circa il 3,9% anno su anno. Escludendo l'impatto delle variazioni anno su anno dei tassi di cambio, i ricavi di Poker per il trimestre sarebbero aumentati dello 0,3%.

Il calo segnalato è stato principalmente determinato dalle fluttuazioni dei cambi, dalla cessazione delle operazioni in alcuni mercati, in particolare dall'Australia a settembre 2017, e dalla vendita incrociata ad altri verticali (in particolare durante la Coppa del Mondo FIFA), compensata, tra l'altro, dal nuovo programma di fedeltà per i players (introdotto durante il trimestre terminato il 30 settembre 2017) e dall’introduzione della liquidità del poker condiviso in Francia e Spagna nel primo trimestre e Portogallo nel secondo trimestre. Dell’Italia, stavolta, neanche una menzione.
Come detto molto bene i ricavi di gaming online nel trimestre che sono stati di 107,6 milioni di dollari, con un aumento del 28,9% su base annua. Escludendo l'impatto delle variazioni anno su anno dei tassi di cambio, i ricavi di gioco per il trimestre sarebbero aumentati del 32,5%. L'aumento segnalato è stato principalmente il risultato di miglioramenti di prodotto e contenuti in PokerStars Casino, inclusa l'introduzione di oltre 250 nuovi giochi da casinò dall'inizio dell'anno e il lancio di PokerStars Casino in alcuni nuovi mercati. Ciò è stato parzialmente compensato, tra l'altro, dall'impatto delle variazioni anno su anno dei tassi di cambio.
Boom del betting, invece. Le entrate di scommesse per il trimestre sono state di $ 21,0 milioni, o di un aumento del 79,9% su base annua. Escludendo l'impatto delle variazioni anno su anno dei tassi di cambio, i ricavi delle scommesse per il trimestre sarebbero aumentati dell'86,5%. L'aumento segnalato è stato principalmente il risultato di aumenti del margine di vincita netto delle scommesse e delle puntate. Questi aumenti sono principalmente dovuti all'aumento delle attività di scommessa a causa dei miglioramenti dei prodotti e dei contenuti di BetStars, del lancio di BetStars in alcuni nuovi mercati e della Coppa del Mondo FIFA 2018.
Soddisfazione per Rafi Ashkenazi, Chief Executive Officer di The Stars Group: “Questo è stato un momento importante durante un anno di trasformazione per la società, mentre iniziamo a realizzare il nostro obiettivo e della nostra visione di diventare la destinazione di iGaming preferita al mondo. Abbiamo completato l’acquisizione di Sky Betting & Gaming, che è stata approvata dalla CMA in ottobre, rendendoci leader nel mercato delle scommesse e dei giochi online nel Regno Unito, inoltre abbiamo lanciato BetEasy in Australia e le scommesse sportive nel New Jersey. Siamo soddisfatti dei nostri risultati trimestrali, che riflettono sia la continua crescita organica delle nostre attività internazionali sia i contributi di BetEasy e Sky Betting & Gaming, nonostante i risultati sportivi sfavorevoli durante il periodo", ha affermato Ashkenazi.
"Continuando la nostra trasformazione e guardando verso il 2019, siamo entusiasti di sfruttare le opportunità che ci aspettano sfruttando le nostre posizioni di leader in mercati interessanti, marchi forti, tecnologia e competenza operativa", ha concluso Ashkenazi.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.