Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Strategia di polizia o gossip? Polemica sulle foto della strage di Las Vegas al Mandalay Bay

  • Scritto da Gt

Poco dopo la strage e il suicidio di Paddock al Mandalay Bay di Las Vegas inizia a girare una foto sui cellulari dei poliziotti sulla scena del crimine: è polemica. 

Meno di un'ora dopo che la prima squadra entrò nella suite di Stephen Paddock al Mandalay Bay, gli agenti di polizia di Las Vegas, lontani dalla scena, stavano già condividendo sul loro smartphone le foto dell'assassino che aveva ucciso decine di fan di un concerto country. 
Le riprese della polizia scattate di recente da un ordine del tribunale mostrano un gruppo di ufficiali su un ponte pedonale di Flamingo Road, vicino alla Strip, che guardano un'immagine del corpo di Paddock sui telefoni.
Non è chiaro chi ha scattato la foto o chi l'ha inviata agli ufficiali.
Definendola "una questione interna", il portavoce del Dipartimento di polizia metropolitano, il sergente Jeff Clark, ha rifiutato di rispondere a domande sull'immagine o di dire se alcuni ufficiali sono stati disciplinati per la distribuzione.

Ma secondo l'ex assistente dello sceriffo Tom Roberts, è stato fatto qualche sforzo per rintracciare la fonte delle foto trapelate, che sono state scattate all'interno della camera d'albergo di Mandalay Bay, dove Paddock si è sparato alla testa dopo aver ucciso 58 persone e ferito centinaia di altre persone.

"Esiste una politica di dipartimento che vieta di inviare foto di scene del crimine per motivi personali", ha detto Roberts, che si è ritirato all'inizio di quest'anno prima di essere eletto all'Assemblea del Nevada e prima che l'indagine interna si concludesse.

Il professore della giustizia criminale UNLV William Sousa ha rifiutato di discutere questo caso specifico senza saperne di più su quello che è successo, ma ha ammonito di presumere che qualcosa di improprio sia stato fatto. "Penso che la maggior parte della gente sarebbe d'accordo sul fatto che fotografare (su una scena del crimine) e mandare messaggi alle masse sarebbe una cosa inappropriata da fare", ha detto Sousa. "Ma si potrebbe immaginare uno scopo tattico per farlo. Che ciò sia accaduto non significa necessariamente che fosse inappropriato. "
Agli inizi di agosto, quando Metro rilasciò la sua relazione finale sulle riprese di massa, lo sceriffo Joe Lombardo disse che nessun membro del personale era stato incriminato a causa delle sue azioni quella notte. Apparentemente questo non è cambiato negli ultimi quattro mesi.
Ha detto che al meglio delle sue conoscenze nessuno rappresentato dall'associazione di protezione della polizia di Las Vegas o dal sindacato dei supervisori della polizia è stato punito per aver perso delle foto dall'interno della suite di Paddock al 32 ° piano di Mandalay Bay.
In un filmato girato dalla metropolitana il 21 novembre, un agente non identificato pubblicato sul ponte pedonale tra Bally's e The Cromwell reagisce con sorpresa quando gli viene inviata una foto. Porta il telefono all'ufficiale che indossa la fotocamera del corpo, rivelando un'immagine della testa insanguinata di Paddock.
L'immagine non è sfocata, anche se Metro ha oscurato digitalmente altre parti grafiche o sensibili del filmato che ha pubblicato il massacro del 1 ottobre.
La stessa foto di Paddock si apre anche sullo schermo smartwatch dell'ufficiale che indossa la fotocamera del corpo. Non è chiaro se l'altro ufficiale glielo abbia appena inoltrato o se lo abbia ricevuto dallo stesso mittente sconosciuto.
"Quindi non gli abbiamo sparato, si è sparato?" Chiede un ufficiale? Qualche istante dopo, si rivolge al terzo ufficiale del loro gruppo e chiede "Ehi, hai preso l'immagine?" Prima di mostrarglielo. Il dubbio forse era proprio quello e, comunque, chi è nel bel mezzo di un'operazione probabilmente vuole informarsi ed essere informato anche per gestire l'operazione stessa. Insomma qualcosa che potrebbe essere del tutto nomale.
Nessuno dei filmati dal ponte pedonale è abbastanza chiaro da leggere il nome della persona che ha mandato la foto agli ufficiali. I tre uomini discutono brevemente di chi lo ha inviato, ma la conversazione è inudibile o soffocata dal traffico radio e da altri rumori.
Circa 10 minuti dopo, un sergente si presenta per aggiornare i tre ufficiali su ciò che sa della sparatoria di massa.
"Il ragazzo al 32 ° piano di Mandalay Bay, sembra essere un attore solitario in questo momento", dice il sergente non identificato. "È morto. Aveva una (imprevedibile) tonnellata di fucili e si apriva sulla folla. Non abbiamo altri rapporti confermati che abbia avuto qualcun altro con lui. "
Nessuno degli ufficiali menziona l'immagine di Paddock sui loro telefoni o offre di mostrarlo al sergente.
Semmai il problema è poi un'eventuale fuga di materiale che potrebbe spesso finire in pasto ai media più spregiugicati.
Il giorno seguente, le foto trapelate dalla scena del crimine di Mandalay Bay avevano trovato la loro strada in diversi media, tra cui il Review-Journal. Il giornale in questione ha deciso di non pubblicare una foto del corpo di Paddock che ha ricevuto perché gli editori lo ritenevano troppo raccapricciante e determinato che non era degno di nota.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.