Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Borgata Casino alla carica: ora può confiscare i beni di Ivey nel Nevada

  • Scritto da Ca

Ivey e Sunm un tribunale ha stabilito che si possono aggredire i beni dei Phil nel Nevada per pagare il debito di oltre 10 milioni di dollari. 

 Un tribunale federale dello stato del New Jersey ha approvato la mozione presentata dal casinò americano per poter rivendicare le proprietà che Phil Ivey possiede nello stato del Nevada. Arrivano sigilli e sequestri per Re Ivey che, adesso, sembra essere “nudo” e in difficoltà. Dopo aver traccheggiato tra un ricorso e un altro e una tesi più o meno credibile della sua presunta truffa ai tavoli da gioco, il Borgata Casino & Resort ha deciso di richiedere questa misura nell'ottobre 2018, per cercare di ridurre il debito di 10,16 milioni di dollari che il giocatore e la sua socia, Cheng Yin Sun, hanno con l'istituzione di giochi d'azzardo. Ricordiamo che nel 2016, Phil Ivey e Cheng Yin Sun, sono stati costretti dal tribunale a restituire i soldi guadagnati nel 2012 giocando a baccarat in quella struttura.

Ivey e Sun, per chi ancora non lo sapesse, avevano approfittato di un difetto di fabbricazione delle carte che permetteva loro di giocare con vantaggio e un giudice, sebbene non avessero commesso alcuna frode, aveva stabilito che i due avrebbero dovuto restituire il denaro. Sfortunatamente per il Borgata, al momento in cui il giudice emise una sentenza nel 2016, Ivey non aveva più fondi nei suoi conti bancari situati nello stato del New Jersey.

La frase suscitò molte polemiche poiché gran parte della comunità era posizionata dalla parte del giocatore americano, sostenendo che se il casinò avesse usato carte con un difetto di fabbricazione, avrebbe dovuto assumersi la responsabilità dell’errore.  

D'altra parte, per continuare a ritardare il pagamento, gli avvocati di Ivey presero un po' di tempo visto che una transazione di quel genere, in quel momento,  avrebbe avuto un effetto devastante sul bankroll del campione americano, impedendogli di giocare a poker professionalmente.
Nell'ottobre 2018, il Casinò Borgata si è stancato dei trucchi di Ivey e del suo team legale per evitare di pagare il debito e ha presentato una mozione in un tribunale federale per andare in cerca delle proprietà che Ivey ha nello stato del Nevada, oltre minacciare di tornare al processo per provare a condannarlo definitivamente per frode. In tal caso sarebbe costretto a pagare il triplo, 30 milioni.
Nel mirino del Borgata ci sarebbero una serie di beni e investimenti di Ivey ma, soprattutto, la lussuosa casa di Cabo San Lucas di cui Phil ha fatto spesso sfoggio sui social. 
La squadra di Ivey non ha mostrato alcuna opposizione a questa mozione, quindi non sappiamo cosa il Borgata sarà in grado di scalfire dallo stato del Nevada, ma se Ivey non ha mostrato resistenza a inseguire la sua proprietà, è probabile che ci sia poco da riscuotere.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.