Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Matteo 'Tisso' Tassani: 'Il live nei club motore di tutto il poker'

  • Scritto da Ca

Matteo 'Tisso' Tassani: 'Il poker live sta benissimo a Forlì ed è vitale per tutto il movimento'. 

“Abbiamo inserito come premio added al chip leader dl Day2 dell’evento organizzato per il quarto compleanno del nostro club, un pacchetto comprensivo di buy in e pernottamento per l’Euro Poker Million del 15-30 luglio al Perla Resort di Nova Gorica. Per noi e per i players è il top dell’offerta pokeristica attuale e, tanto per avere un metro di misura, l’altro cl del Day2A ha in palio un torneo a Las Vegas”. Matteo “Tisso” Tassoni dello ShowDown Palace di Forlì è fresco di “deal” con EuroRounders e l’Euro Poker Million sarà una grande occasione per lui, per il nuovo accordo di collaborazione e, soprattutto per i players: “Non abbiamo messo a caso questo torneo in premio aggiunto al montepremi dell’evento che stiamo giocando. Sicuramente è uno dei tornei che ha un’attrattiva maggiore a livello nazionale e internazionale per un’organizzazione che è riuscita ad espandersi e a costruire la migliore offerta nel rapporto tra buy in e prize pool garantito totale e per quello che riguarda il primo premio”.

Com’è lavorare al fianco di Angeloni a San Marino? “E’ una roba fresca appena nata, da un mese a questa parte si sono create le condizioni societarie per me e siamo riusciti a parlare serenamente aprendo una splendida collaborazione per il poker live anche a San marino offrendo tante cose che poi scopriremo mano a mano che andrà avanti il lavoro con Euro Rounders. L’Epm, ad esempio è un torneo molto conosciuto da noi perché questa organizzazione è molto forte a San Marino dove ha una grande storia ed è l’offerta top di mercato che abbiamo adesso”.

Come sta il poker live in quella zona d’Italia? “Mi sono confrontato con tanti players qui a Forlì e anche viaggiando e andando fuori. Sono giunto alla conclusione - spiega Tisso  - che il nostro livello è altissimo. Qui, del resto, è nato Mustapha Kanit, Ivan Gabrieli, Luca Franchi, Vinz Bianco, Nicola Angelini di Rimini ma che gravita qui, per non parlare di Alessandro Scermino la cui storia recente parla da sola. Insomma il livello medio del nostro club penso sia molto alto rispetto all’average nazionale. Tutti questi campioni stanno facendo ‘danni’ in giro da anni”.

Ecco l’importanza del gioco nei club: “Fondamentale - spiega Tassani - il cuore pulsante del movimento sono proprio i club sul territorio che permettono di avvicinare i neofiti al gioco senza affrontare trasferte e spese ingenti. In mezzo al movimento c’è tantissima gente seria e onesta ed è un settore magnifico. Noi, intanto, cerchiamo di migliorare il servizio che offre. Di lì a poco si crescono giocatori che possono affrontare tornei come Epm o Ips. Se fatto nel modo giusto è un punto a favore di tutto il movimento”.

Torniamo all’Epm, cosa ne pensi del bonus chip leader che viene assegnato ai tre migliori del count di alcuni flight della prima settimana dell’evento? “E’ qualcosa che invoglia il player a giocare un day1 e può fare la differenza coi giocatori indecisi. Il bonus cl è anche motivo di divertimento quando, a fine serata, cambia l’evoluzione del gioco per cercare di arrivare nei primi posti del count”.
Si giocherà big blind ante, i vostri players sono abituati? “I nostri giocatori sanno fare tutto visto che non ci siamo vincolati né al BB né al Button Ante ma variamo molto. Ma qualche volta giochiamo ancora con la vecchia modalità. Quando ho letto della variazione ho pensato potesse essere solo un nuovo metodo da utilizzare saltuariamente poi mi sono ricreduto e ho notato i vantaggi che ha portato questo tipo di cambiamento: eliminazione di tanti errori tra dealer e player, più mani giocate e quindi più qualità nel gioco e nella qualità del torneo. Ci sono tanti vantaggi e la strada ormai è quella”.
Ma detto questo, Tisso, si schiera all’Epm? “Scrivi ‘probabilmente’ perché a me piacerebbe tantissimo ma sono papà da 9 mesi. Il nome? Innanzitutto è un maschietto e sul nome c’è tutta una storia particolare. Si chiama Isaac Tassani Tramonti perché gli abbiamo dato tutti e due i cognomi io e la mia compagna. Ma al battesimo sono usciti fuori altri tre nomi, Renato, Carlo e Alberto, povero Isaac quando dovrà firmare qualsiasi cosa!”, conclude un divertito Tassani. Anche noi ci siamo divertiti perché l’entusiasmo e il brio di Tisso sono veramente contagiosi.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.