Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Anche Eric Hollreiser, direttore della comunicazione, lascia PokerStars dopo 9 anni

  • Scritto da Cesare Antonini

Anche Eric Hollreiser collega della comunicazione di PokerStars e direttore corporate di The Stars Group lascia la sua posizione. 

“Il mese scorso ho concluso quasi 9 anni in PokerStars. Non vi annoierò con un riepilogo di tutto quello che sono contento di essere riuscito a fare, da una crescita costane delle attività alle minacce esistenziali oltre al viaggio nella storia della room e dei giochi online”. Anche Eric Hollreiser si allontana da The Stars Group e, come avevamo annunciato dopo l’addio della coppia Boeree - Kurganov e della scrittrice Maria Konnikova, potrebbe non essere ancora finita. Il direttore della comunicazione della room e poi di Tsg a livello corporate ha segnato davvero tantissimi momenti della recente storia dell’industry del poker approdando a PokerStars nove anni fa e quindi in pieno Black Friday del poker online Usa. C’ha messo sempre la faccia sia nell’opera di restyling dell’immagine del poker e della sua roomaffrontando i dubbi del “tutto rigged” e anche dei continui cambiamenti dei vertici della room che necessitavano di bruschi adattamenti soprattutto nella comunicazione per rispondere ai dubbi del settore e dei clienti. 

“Voglio semplicemente ringraziare coloro che mi hanno ispirato, guidato e supportato negli ultimi dieci anni. Ho lavorato con cinque diversi Ceo di Stars. Ho imparato così tanto da ciascuno di loro e credo che il mio consiglio abbia apportato valore alla loro leadership.

Principalmente, però, sono grato per i team e le persone che hanno supportato la mia leadership nelle comunicazioni aziendali e nel marketing”, prosegue Eric.

Poi si concede il racconto di un aneddoto: “Per anni i miei team hanno sopportato la mia insistenza su come la stampa 3D sia l'innovazione più importante per la creatività. Nonostante la mia ossessione e le e-mail mensili che stimolavano l'ultimo uso della tecnologia, non abbiamo mai trovato un progetto o un'idea per giustificare [sotto l'austerità aziendale] l'acquisto di una stampante 3D da sperimentare per il team.

Bene, per salutarmi, i miei colleghi hanno raccolto i soldi e mi hanno mandato una stampante 3D.  Se potessi stampare in 3D un gruppo di persone con cui lavorare, riprodurrei tantissimi colleghi che hanno fatto parte della mia famiglia PokerStars. Grazie a tutti voi che avete dato vita ad ambizione, umanità e successo”, ha concluso Hollreiser non senza commozione. 

Tante risposte all’addio. Su tutte quelle del Ceo Rafh Ashkenazi che ha commentato: “È stato un piacere lavorare con te Eric. Ti auguro buona fortuna. Sei stato un vero sostenitore e un ottimo consulente ai miei primi tempi come ceo in PokerStars. Grazie”.

Poi tocca a Guy Templer, coo di PokerStars. “Eric, è stata una gioia assoluta lavorare con te negli ultimi nove anni. Siamo arrivati insieme in questo piccolo angolo spazzato dal vento del Mare d'Irlanda e abbiamo visto le famiglie reciproche crescere insieme. Mi mancherà così tanto la tua meravigliosa ospitalità (nessuno può battere i tuoi cocktail), il tuo buon umore e la tua natura costante e calma - uno scoglio in mari mossi, sempre a portata di mano per affrontare qualsiasi crisi ci colpisca quel giorno! Spero davvero che resteremo in contatto per molti anni a venire e non vedo l'ora di vedere il tuo prossimo capitolo svolgersi. Buona fortuna per il tuo futuro!!”. 
Poi tanti altri manager e anche players come Andre Akkari, Celina Lin e Joe Stapleton tra gli altri.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.