Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Rob Yong mette 100mila $ sul piatto per una sfida heads up ai suoi utenti Twitter e partypoker

  • Scritto da Gt

Rob Yong sfida i suoi Twitter follower ad un heads up da 100mila dollari: in particolare il winner di un evento online partypoker. 

Non era uno scherzo. Tutto vero: Rob Yong sta dando ai suoi follower su Twitter la possibilità di sfidarlo in heads-up con $ 100.000 in palio sul tavolo.
Yong, proprietario di Dusk Till Dawn e partner chiave di partypoker, è stato assai attivo su Twitter negli ultimi mesi: molto di più di quanto non lo sia stato da sempre nel settore del gioco d'azzardo. Ama tanissimo interagire con i clienti di partypoker e partypoker LIVE tramite il suo feed Twitter ed è quasi diventato un portavoce di entrambe le società.
I sondaggi su Twitter sono un altro dei preferiti di Yong. Diversi sondaggi sono stati resi di dominio pubblico negli ultimi tempi in cui Yong ha chiesto feedback e opinioni dei suoi seguaci. Ciò che rende unici questi sondaggi è che Yong agisce effettivamente su di essi e utilizza i loro dati per apportare miglioramenti alle offerte di partypoker e partypoker Live in base a ciò che i giocatori desiderano.

Il 14 gennaio Yong ha pubblicato un video con un'offerta superba per i suoi follower. Se uno dei suoi follower su Twitter vince il $ 215 Millions di partypoker il 19 gennaio, sarà invitato a sfidare Yong in una partita heads-up gratuita con $ 100.000 in palio. Chi sarà quindi? A breve si conoscerà il nome dIl vincitore può sfidare Yong in un ambiente live o online su partypoker.
Inoltre, tutti i follower di Yong che ritwittano il video e predicono correttamente quante iscrizioni ha il torneo garantito da $ 1 milione riceveranno $ 10.000 in dollari da spendere online su partypoker o sul tour LIVE di partypoker.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.