Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Il King's Resort di Rozvadov mette in quarantena 'coronavirus' i poker player italiani per due mesi

  • Scritto da Cesare Antonini

Il King's Resort mette in quarantena gli italiani per ben due mesi: 'Ci rivediamo a maggio', commentano da Rozvadov. 

"King’s Resort comunica con dispiacere ai propri clienti che, data l'evoluzione del fenomeno epidemico coronavirus che da poche ore interessa anche la Repubblica Ceca (con 2 contaggiati a Praga dopo aver visitato l’Italia), al fine di salvaguardare la salute dei nostri ospiti internazionali e prevenire la diffusione del Convid-19, abbiamo scelto di limitare completamente l’accesso in tutte le aree del casino, non accettando nemmeno prenotazioni hotel, a tutti i residenti e provenienti dall’Italia a tempo indeterminato, annullando sin da ora tutti gli eventi del mese di Marzo e Aprile 2020 che come target si rivolgono principalmente al pubblico sopra citato". Arriva la doccia fredda che era nell'aria già da qualche ora. Gli italiani non potranno giocare gli eventi al King's Resort per ben due mesi. E' questa la scelta della sala da gioco di Leon Tsoukernik e soci. A comunicarla è il profilo ufficiale della room ceca e il Poker Director Federico Brunato direttamente sul gruppo italiano dei giocatori che frequentano la location in questione.
E ancora: "Data l’evolversi costante della situazione, seguiremo eventuali nuovi sviluppi, nella speranza di togliere il prima possibile questa limitazione verso un pubblico al quale siamo molto affezionati, dandone tempestiva comunicazione tramite i nostri canali".

Ora a saltare sarà l'IPS di fine mese, l'evento da mezzo milione di euro che era in programma al King's Resort dal 24 al 30 marzo. E niente Wsop Circuit anche per gli azzurri.
Alcuni italiani sono stati addirittura allontanai dalla sala come testimonia Antonio Zafonti, player che ha riscosso diversi cash specie nel Pot Limit Omaha. 

 

Problemi anche per i tanti dealer italiani: chi vuole tornare a lavorare ma è stato in Italia o in Europa non può raggiungere Rozvadov mentre chi c'è da diverse settimane può rimanere in Repubblica Ceca ma, se vuole tornare a casa, poi, rischia di perdere il lavoro.

Appuntamento al King's a maggio anche se l'Italia non prenderà benissimo questa decisione: "Informiamo che, salvo nuove disposizioni, rimane invariato il calendario eventi della Poker Room dal 1 Maggio 2020 in poi", concludono dalla room.

Share