Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Houston Curtis e la sua (cruda) versione sul poker high stakes con Maguire, Di Caprio e Bloom

  • Scritto da Cesare Antonini

Il nuovo libro di Houston Curtis 'Billion Dollar Hollywood Heist' e la sua (cruda) versione sul poker high stakes con Maguire, Di Caprio e Bloom.

Molly Bloom rischia di essere spazzata via da un nuovo libro, “Billion Dollar Hollywood Heist”, che pare racconti la vera storia delle partite di poker private e ricchissime tra i divi del cinema a Los Angeles. L’autore è il produttore Tv, Houston Curtis, ampiamente citato anche dalla Poker Princess. Si parla ovviamente delle partite di una quindicina di anni fa quando Tobey Maguire, dicono, voleva crashare Hollywood. In particolare pare che le partite organizzate da Curtis e l’attore di Spider Man, avessero l’obiettivo di vincere più soldi possibili agli invitati alle serate. Una bella confessione quella fatta al New York Post come spoiler del libro scritto da Curtis ed edito da Skyhorse Publishing, coautore Dylan Howard, e non ancora disponibile in italiano.

Confermato il field con Ben Affleck, Matt Damon, Leonardo DiCaprio, Alex Rodriguez e il regista di "The Notebook" Nick Cassavetes - e le location che erano la Viper Room o il Four Seasons Hotel di Beverly Hills. La posta in gioco era così alta, ha detto Curtis a The Post, che "vincere $ 20.000 sembrava di “aver perso”.

Ma cosa cambia rispetto a “Molly’s Game” se players e location sono le stesse? “Né il film né il libro delle memorie di Bloom raccontano la vera storia del gioco che c’era a Los Angeles. Lei era solo il volto dell'operazione. Non era la mente che pretendeva di essere ed era principalmente lì per deviare l'attenzione in modo che lui e Maguire potessero vincere milioni senza rovinare i loro amici”.

E ancora: “Molly non aveva niente a che fare con niente", ha detto Curtis. "Inizialmente, ha appena servito da bere e le abbiamo dato i numeri per chiamare i ragazzi”. In realtà le star servivano per accrescere il fascino delle sfide e servivano come danni collaterali. “I ricchi andavano a casa con le tasche piene di soldi ma anche con tante storie da raccontare. Famoso l’aneddoto raccontato più volte sul “didietro” di Jennifer Lopez tra Rick Salomon e Ben Affleck. Ecco spiegato, quindi, quel post su Instagram: Salomon deve aver raccontato tutto a Curtis e Howard per il libro appena uscito in Usa.

Altri spoiler del libro narrano dell’incontro tra Curtis e Maguire in una partita di poker del 2004 a Los Angeles. All'insaputa di Maguire, Curtis ha avuto una lunga carriera come esperto di giochi di prestigio, barando spesso in giochi high stakes a Los Angeles.

Quando Maguire ha invitato Curtis nella sua casa di Hollywood Hills dell'attore per una partita - in cui i giocatori includevano l'avvocato Jon Moonves e la miliardaria Kevin Washington - Curtis ha giocato bene ma ha fatto attenzione a non vincere troppo. "Altrimenti non sarei mai più stato invitato", ha detto. "Ho scaricato le chips per i ragazzi che hanno giocato male e avrebbero perso troppo”.

Ma Maguire non era a suo agio con i giocatori in casa. Preoccupato per i germi, presumibilmente, gli ha fatto lasciare le scarpe alla porta e ha fornito Crocs da indossare.

“Kevin Washington masticava tabacco e sputava in una tazza; Tobey lo odiava”, disse Curtis. “E, dato che Tobey era vegano, gli dava fastidio quando le persone ordinavano pizze ai peperoni. Mi disse: "Amico, devo portare questi furfanti da casa mia". "

Per questo poi si è scelta un’altra location: nel 2005 le partite si giocano nella Viper Room, la discoteca sul Sunset Strip dove River Phoenix è stato trovato morto per overdose nel 1993.

"Il poker stava esplodendo e abbiamo trovato ragazzi ricchi e giovani che volevano giocare con Tobey", ha detto Curtis. "Non sapevano nemmeno come mescolare un mazzo di carte". Uno dei primi fu Leo Di Caprio: "Tobey ha detto che lui e io avremmo dovuto puntare Leo - ha ricordato Curtis -  era un ragazzo del valore di $ 80 milioni e non ha voluto incassare il buy-in di $ 5.000. Ma Tobey ha detto: ‘Non preoccuparti. Gioca solo con assi e re’. E lo ha fatto. Leo era più chiuso del culo di un moscerino”.

Una notte, arrivò Matt Damon come ospite del suo amico Affleck. Ha perso circa $ 50.000 con me e non aveva soldi, così ha lasciato un assegno.

Il regista di "Joker" Todd Phillips era un giocatore normale: "Ma quando siamo andati ai bui $ 200 / $ 400", rendendolo un gioco di poker senza limiti in cui potresti facilmente perdere sei cifre a notte, Todd ha fatto marcia indietro per un po'. Alcune persone semplicemente non avevano lo stomaco per quelle puntate”.

Qualche nome nuovo? Tra i nomi inediti ci sono sicuramente Guy Laliberté, fondatore del Cirque du Soleil e Brad Ruderman, gestore degli hedge fund. Curtis ha detto che Ruderman era così inetto e così ricco da essere considerato "una manna dal cielo". Anche Laliberté era più o meno così: “La prima volta che ho vinto un quarto di milione di dollari è stata la prima notte di Guy nel gioco", ha detto Curtis, aggiungendo che l'impresario del circo ha invitato i players del gruppo a volare con lui alle Hawaii: “Una mattina, un gruppo di ragazzi lo hanno battuto per circa $ 2 milioni [alle Hawaii] e li ha fatti tornare sul suo jet”.

Notizie molto più precise e sconvolgenti di quanto si legge in Molly’s Game: “Curtis stima di aver vinto circa $ 15 milioni durante i quattro anni di gioco. Lui, sua moglie e le loro due figlie vivevano in una casa da 3 milioni di dollari a Los Angeles. Comprò una casa da sogno per sua madre, un negozio di strumenti musicali per suo padre e un dojo per il suo vecchio insegnante di karate. Curtis ha considerato sempre Maguire un buon amico ma ha anche intravisto il lato meschino della stella del cinema. E questo coinciderebbe col libro di Molly Bloom.

Curtis sostiene nel libro che Maguire odiava vedere Bloom portare a casa fino a $ 30.000 in mance a notte.

Per Curtis decisivo il 2008 quando il valore della sua casa da $ 3 milioni era diminuito di due terzi, perse un deal su alcuni diritti tv per un valore di 4 milioni di dollari e perse $ 100.000 a Las Vegas. Poi ha subito la più grande perdita della sua carriera di gioco: $ 1 milione in una sola, terribile notte al The Four Seasons.

Quella mattina, mentre tornava a casa con il pilota automatico, Curtis ricevette una chiamata da Maguire: "Ha detto che voleva essere sicuro che non mi sarei gettato da una scogliera. Entrai in casa mia, mia figlia corse da me e scoppiò letteralmente a piangere. "

Nonostante i suoi guadagni, il debito di milioni di dollari era più di quanto potesse permettersi. Maguire ha accettato di prestargli $ 600.000. Curtis si offrì di rimborsare il capitale e quindi di dare a Maguire il 10 percento delle sue vincite per l'anno successivo.

"Ho pensato che fosse ragionevole", ha detto Curtis. Maguire, che, secondo fonti senza nome nell'introduzione del libro, "avrebbe potuto guadagnare dai $ 30 ai $ 40 milioni dai giochi”. La stima parla di $ 36,5 milioni  di vincite più guadagni di back-end sul franchise di "Spider-Man”.

Poi un deal a livelli da strozzinaggio con Maguire che, secondo la testimonianza di Curtis, gli urlò colmo di gioia: “Ora ti possiedo, e farò così tanti soldi quest’anno da diventare il re del poker”.

Ma la bolla scoppiò nell'aprile del 2009, quando Ruderman è stato arrestato per aver gestito il suo hedge fund come uno schema di Ponzi. Ciò ha portato gli avvocati in bancarotta a cercare i giocatori per recuperare i suoi guadagni e il gioco è esploso.

Un disastro per Curtis che perse la moglie di Curtis trasferitasi con i loro figli nella East Coast. I creditori hanno ipotecato la casa da 3 milioni e poi è anche andato in arresto cardiaco durante una biopsia. E un debito non pagato in un casinò di Las Vegas lo ha fatto finire nella prigione della contea di Los Angeles per un mese.
Spezzato, picchiato e abbandonato, Curtis ricevette un'ancora di salvezza di $ 15.000 da Moonves e trovò un passaggio per l'Illinois, dove andò a vivere con sua madre.
"La casa dei sogni è stata venduta", ha detto. “Mi sono trasferito nella mia piccola casa e un medico mi ha detto che il mio cuore funzionava al 25 percento. Avevo cinque anni da vivere”.
Nel disperato tentativo di ribaltare le cose, ha perso peso. Le condizioni del cuore si sono invertite. In questi giorni, Curtis risiede a Phoenix e sta scrivendo il suo prossimo libro, riguardo ai suoi exploit come baro - e lanciando un sito Web di gioco di prestigio, kardsharp.com. Non parla con Maguire da circa tre anni. "Non ho tutti i miei soldi indietro", ha detto. "Ma ho superato il peggior brutto colpo che puoi subire e sono ancora in gioco." Un libro assolutamente da non perdere. 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.