Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Si travestiva da player high stakes per prelevare dai conti delle vittime: arrestato in Kansas John Colletti

  • Scritto da Ca

Preso il truffatore che si travestiva da player high stakes, John Colletti, e che ha racimolato quasi 100mila dollari dalle sue malefatte. 

Protesi facciali, travestimenti e maschere di gomma. Roba da film, a quanto pare. Ma l'Fbi non ha concesso il lieto fine e come nella pellicola con Leonardo Di Caprio e Tom Hanks, alla fine il truffatore di turno è stato beccato dopo aver raccolto quasi 100mila dollari fingendosi di volta in volta uno dei tanti players Vip e high stakes truffati.
Lui è John Christopher Colletti e una bella sceneggiatura non gliela toglie nessuno. Magari potrebbe vendersi i diritti per provare a uscire prima di galera visto che, in attesa di giudizio, è stato sbattuto in carcere. Naturalmente il rischio di reiterazione di reato c'era eccome.
Il malvivente è stato catturato a marzo e ora è disponibile il rapporto della polizia federale.
Secondo il Federal Bureau of Investigation, John Christopher Colletti ha acquisito le informazioni personali delle sue vittime online. Con carte d'identità false e sistemi di contraffazione abbastanza sofisticati, il 55enne è riuscito a riprodurre i ruoli di vari clienti VIP di diverse case da gioco Usa.
Ha utilizzato lo status di high roller per prelevare grandi quantità dagli sportelli automatici nei casinò. Il ladro ha alleggerito i conti di dieci giocatori dell'MGM Grand Detroit l'anno scorso per un totale di $ 98.840. 
Nel marzo di quest'anno, John Christopher Colletti ha provato lo stesso trucco al Prairie Band Casino and Resort a Mayetta, nel Kansas. Con un cappello di paglia e uno strumento che lo aiutava a deambulare, Colletti ha fatto finta di essere un signore anziano e ha rapidamente speso oltre $ 20.000 su diverse macchine.

I dipendenti ne sono venuti a conoscenza e visto che il tentativo di truffa era già noto a Detroit, all'ospite sono stati richiesti ulteriori dettagli. Colletti ha accampato delle scuse ed è scomparso nel gabinetto. Lì il truffatore si è sbarazzato del suo travestimento, una parte del bottino e dei documenti falsi. 
Il personale di sicurezza ha impedito la fuga e John Christopher Colletti è stato arrestato. Durante le indagini, la polizia ha trovato diverse protesi facciali e oltre 100 carte d'identità false nell'appartamento e in un garage in affitto del truffatore.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.