Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Il poker live a Las Vegas alla ricerca della normalità: la chiave è il vaccino

  • Scritto da Ca

La corsa contro il tempo e contro il Covid-19 di Las Vegas per riaprire i casino e le poker room al 100 percento della capacità. 

Ora è ufficiale: il primo maggio i casinò di Las Vegas potranno aumentare la capacità fino all'80 percento, decisione che arriva in un momento perfetto per la scena del poker dal vivo in città.

Al momento, il governatore del Nevada Steve Sisolak sta permettendo a ristoranti e casinò del suo stato di operare al 50 percento della capacità massima consentita delle case da gioco per codice antincendio. Questo pare abbia causato un po’ di stress per alcune attività, in particolare per i negozi di abbigliamento e altri generi che stanno perdendo clienti. Ma lo stato, a quanto pare, tornerà presto alla normalità, il che dovrebbe servire da impulso alle imprese in difficoltà, come segnalano sulla stampa locale.

Sisolak aveva già annunciato che la maggior parte delle aziende potrebbe aumentare la capacità fino all'80 percento a maggio. Tuttavia, ciò non includeva specificamente gli stabilimenti di gioco d'azzardo. Questo perché il governatore democratico ha deciso di lasciare la decisione al Nevada Gaming Control Board (GCB).

Martedì, il GCB ha concesso alla contea di Clark, sede di Las Vegas, il permesso di espandersi fino all'80% nello stesso giorno. L'obiettivo, tuttavia, è di tornare al 100% della capacità entro il primo giugno per la prima volta dall'inizio di marzo 2020. Affinché ciò avvenga, per i piani di riapertura del Covid-19 della contea, il 60 percento di tutti i residenti della contea deve ricevere almeno una dose di vaccino. Fino a quando ciò non accadrà, l'occupazione sarà limitata all'80 percento.

La buona notizia per coloro che visiteranno uno dei numerosi casinò di Las Vegas nelle prossime settimane è che la probabilità che la contea di Clark raggiunga la soglia del 60 percento è molto alta. Più della metà della popolazione ha già ricevuto almeno una dose.

Con i casinò di Las Vegas che presto torneranno all'80% della capacità, e quindi probabilmente alla piena capacità in un mese, ciò significa che le sale da poker saranno in grado di tornare alla normalità. E questo è un grosso problema per la comunità del poker della città, visto quello che c'è in programma. Si parte col DeepStack Poker Championship al The Venetian proprio da maggio, dopo domani. Una serie da oltre 100 eventi con il $ 5,000 buy-in Wpt Venetian di luglio e un garantito da $ 3 milioni.
Il mese prossimo tocca anche alle Wynn Signature Series col Wynn Millions, un torneo da $ 10.000 di buy-ine un enorme montepremi garantito di $ 10 milioni. Ma in questo caso i field non saranno oceanici e gli ingressi saranno gestibilissimi. Ma, come detto, le vaccinazioni proseguono speditamente negli States e per le series schedulate non dovrebbero esserci grossi problemi. 
Share