Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Hellmuth insulta tutti in streaming e la community: 'Le Wsop non fanno nulla?'

  • Scritto da Cesare Antonini

Phil Hellmuth insulta tutto e tutti in diretta streaming e la community chiede alle Wsop perché nessuno abbia preso provvedimenti. 

“These motherfuckers, fucking river, fucking Zinno, fucking burn this fucking place down, fucking tournaments, fucking bullshit”, e tanti altri epiteti (che non crediamo necessitino di traduzione) ancora sono stati raccolti in un video remix di un minuto realizzato da Thomas Keeling. Il contenuto non ha fatto altro che divulgare un comportamento scorretto già notato da molti durante il final table del 7 card stud championship da parte di Phil Hellmuth. Poker Brat, va bene, ma in molti hanno protestato per come il player che cercava il 16esimo braccialetto Wsop in carriera, ha insultato tutti, dallo stesso Anthony Zinno agli altri fino a passare al river, agli altri avversari e per augurare infine che il suo seat e il Rio Casino bruciasse. Phil è solito “trashtalkare” ma in molti hanno commentato che, così, è davvero troppo. Così come tanti pro e tanti players occasionali hanno protestato con la direzione Wsop per non aver punito o almeno redarguito Hellmuth che era anche in diretta.

Durissimo, per questo, Chance Kornuth che ha twittato: “Ecco come il più grande nome del nostro "sport" ci mette in imbarazzo. Ancora peggioil fatto che non abbia mai ricevuto sanzioni”.

Più categorico l’autore del video, Thomas Keeling: “Phil Hellmuth è uno stronzo”.

Ironico ma autorevole l’intervento di un veterano come John Juanda: “Il direttore del torneo stava facendo un pisolino forse? O le Wsop devono avere cambiato regole, quindi è bene abusare verbalmente altri giocatori?”.

Giuseppe Pantaleo ha commentato: “In realtà mi piacciono molto i suoi sproloqui, tuttavia quello che trovo ingiusto è che gli altri giocatori sono banditi dal Rio per comportamenti simili, chiunque altro dovesse permettersi di dire che stanno bruciando il posto verrebbe bandito, sono positivo su questo, lo farei non voglio che Phil venga bandito”.

Quello che dà fastidio è la disparità di trattamento: “Chiediti cosa avresti fatto se lo avesse fatto una persona completamente sconosciuta. La tua incapacità di far rispettare le regole contro alcuni giocatori macchia la competizione e probabilmente viola le regole di gioco”, dice Paul Smith alle Wsop.
Poi un altro player analizza: “Perché nessuno reagisce o contrattacca mai? Ogni volta che l'intero tavolo si siede con lui sembra come se fosse un gruppo di scolari che vengono sgridati da un insegnante. Mi sta bene Phil che parla così, solo che non capisco come il tavolo lo permetta ogni volta”. Pronta la risposta di HybridDadMatt: “Se gli altri giocatori non fossero così noiosi, la gente non tollererebbe troppo Phil, IMO”.
Come avevamo analizzato, alla fine Zinno non se l’è sentita di ribattere e ha addirittura elongato Hellmuth per il suo gioco: “E' sottovalutato da gran parte della community. Io lo ammiro molto. Poi quando ho chiuso il mio colpo è impazzito ma io lo amo e mi diverto a vederlo. Lui lo sa”.
Share