Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Poker room online di Stato, ancora nei pensieri di liquidità

  • Scritto da Cesare Antonini

A Enada Primavera il tema della liquidità internazionale per il poker online resta d'attualità e al centro dell'attenzione.

 

Rimini - Ancora in piedi due ipotesi per il possibile avvio della liquidità condivisa anche per le poker room online italiane. La notizia positiva, comunque, è che se continua a parlare e questo è già un fatto.
Secondo alcuni rumours raccolti tra i padiglioni di Enada Spring Rimini, arrivata alla 30esima edizione della sua ricca storia, anche gli operatori che si opponevano alla liquidità pare stiano ragionando con tutte quelle aziende già pronte in altri mercato e che ovviamente spingono per un ingresso naturale nelle liquidità presenti (e che a breve partiranno con nuovi brand e non solo Pokerstars) nei mercati già regolati come Spagna e Francia con il Portogallo in dirittura d’arrivo.
L’idea della room di Stato, però, sarebbe ancora viva. Anche questa non è una grossa novità ovviamente, mentre lo sarebbe un no secco di alcuni operatori che non vogliono mettere a disposizione il lavoro effettuato negli altri Paesi e le pool che stanno già incrementando i propri dati. Significa che, vista l’impossibilità da parte dell’Italia di “foldare” un accordo europeo che un valore ce l’ha e che il vecchio Governo (vedi le ultime dichiarazioni dell’ex sottosegretario Baretta) vuole rispettare, l’unica ipotesi è quella di aderire alla liquidità regionale già avviata con la condivisione delle tecnologie.

Una room di Stato, l’abbiamo già detto, azzererebbe anni di mercato e competitività. Tutelare alcune liquidità sarebbe impossibile: tutti giocherebbero nell’unico modo per competere con i players europei.
A livello tecnico, inoltre, bisognerebbe comunque prevedere altre solutions: in quale pool giocherebbero i players della room Adm? Chi fornirebbe il software? Il mercato è già avanti e una room di Stato è pressoché irrealizzabile.
C’è da attendere, comunque. Inutile iniziare un valzer di date. Prossimamente partiranno anche altre room in Francia e Spagna e il mercato sarà ancora più completo.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.