Logo

Mga: 'Gioco online, 781 posti vacanti nell'industria di settore'

Un'indagine della Malta Gaming Authority rileva ben 781 posizioni vacanti nelle società di gioco del Paese, costrette ad 'importare' lavoratori specializzati.

 

La Malta Gaming Authority (Mga), attraverso la sua Information Unit, ha condotto un'indagine tra i suoi operatori di giochi a distanza con licenza al fine di ottenere una migliore comprensione del gap di competenze esistente nel settore dei giochi. L'indagine è stata condotta durante il primo trimestre del 2018 e la sua analisi è stata effettuata per ciascuna categoria di lavoro, livello e dimensione dell'impresa.

 

Alla fine del 2017 sono state segnalate in totale 781 posizioni vacanti da parte delle società di gioco a distanza a Malta, principalmente nel funzionamento del gioco e nella categoria di sviluppo a livello operativo, con significative potenzialità per il sistema educativo locale di contribuire a risolvere il problema delle offerte di lavoro con competenze specifiche per l'industria del gioco a Malta.

 

Secondo i risultati del sondaggio, il 57 percento degli intervistati considera la mancanza di competenze adeguate, in termini di esperienza lavorativa o qualifiche, come la principale causa di posti vacanti.
 
L'acquisizione di talenti esperti da altre società a Malta è praticata da oltre il 60 percento delle imprese intervistate; la maggior parte degli operatori reclutava lavoratori già impiegati da altre imprese nel settore online (37 percento) o in altri settori (24 percento). Il reclutamento di lavoratori subito dopo il completamento della loro istruzione formale è stato segnalato dal 15 percento delle imprese, confermando il ruolo potenzialmente più forte che potrebbe essere svolto dalle istituzioni educative.
 
Diverse iniziative sono intraprese dalle società di gioco per affrontare la carenza di competenze nel settore, con la maggior parte delle aziende (55 percento) che organizzano corsi di formazione interna per i propri dipendenti o investono in corsi di formazione all'estero (21 percento).
 
Negli ultimi mesi sono stati compiuti diversi sforzi politici per colmare questa lacuna di competenze. Infatti, nel novembre 2017, è stato lanciato l'European Gaming Institute of Malta (Egim) a seguito di un accordo firmato tra Mga e Mcast. Questa iniziativa strategica mira ad aumentare il pool di talenti nel settore dei giochi e a creare carriere a lungo termine per studenti sia locali che stranieri. I programmi educativi attraverso Egim sono stati offerti a partire da ottobre 2018.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.