Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gioco online, Adm: 'Aggiornamenti su bando, conti gioco e antiriciclaggio'

  • Scritto da Redazione

I Monopoli di Stato forniscono chiarimenti in materia di gioco online, dal bando del 2016 ai conti gioco alle linee guida sull'antiriclaggio.

 

 

La giornata di oggi, 14 marzo, è ricca di “chiarimenti” per i concessionari di gioco online, compresi quelli del poker, ai quali sono dedicate tre note pubblicate sul sito dei Monopoli di Stato.

Nella prima si parla della procedura per l’affidamento in concessione dell’esercizio a distanza dei giochi pubblici di cui all’art. 1 comma 935, della legge 208/2015, in seguito a diverse richieste di chiarimenti pervenute sul bando.

 

Termini per la consegna dei documenti - Come chiarito con la determinazione del direttore della Direzione centrale Pianificazione, Amministrazione e Sicurezza sul lavoro prot. 15911/R.U., l’aggiudicazione, ai sensi dell’art. 32 comma 7, del D. Lgs. n. 50/2016, diverrà efficace solo all’esito della verifica del possesso dei requisiti previsti. Tale verifica verrà effettuata da questa Agenzia, conformemente a quanto previsto dall’art. 13.3 delle 'Regole amministrative per l’assegnazione della concessione e la stipula della convenzione' attraverso il sistema AVCpass.
Sarà dunque la stessa Agenzia a richiedere, ove lo ritenesse necessario, ovvero ove non siano possibili i controlli tramite AVCpass, ulteriori mezzi di prova a codesti aggiudicatari, ex art. 86 del d.lgs. n. 50/2016. In alcuni casi tali richieste sono già state inviate. I termini per l’invio della documentazione così richiesta sono quelli indicati nelle medesime note singolarmente inviate.
Una volta esaminata la documentazione acquisita da questa Agenzia tramite AVCpass o espressamente richiesta a codeste società con apposita nota ex art. 86 citato, in caso di esito positivo dei controlli, sarà cura di questa Agenzia darne apposita comunicazione come previsto dall’art. 14 delle 'Regole amministrative' citate.
Solo a partire dalla ricezione di questa comunicazione decorreranno i 60 giorni previsti dal seguente art. 14.2 per la presentazione della documentazione elencata nel medesimo articolo.
All’esito dell’esame della documentazione così presentata, si riceverà la convocazione alla sottoscrizione.
Garanzia provvisoria - Si ricorda che, come previsto dall’art. 11.4 delle 'Regole amministrative', “[l]a garanzia provvisoria [] deve essere rinnovata , qualora la stipula della convenzione non avvenga entro il detto termine, fino alla data della stipula medesima'. Nel caso in cui sia necessario indicare un termine fisso, si ritiene possa essere congruo un termine di sei mesi dalla scadenza della garanzia provvisoria attualmente in vigore.
Quanto alla restituzione della garanzia provvisoria, in caso di aggiudicazione, la stessa verrà svincolata entro 30 giorni dalla stipula della concessione, secondo quanto previsto dall’art. 11.6 delle Regole amministrative.
Garanzia definitiva - Con riferimento a coloro che, già operatori, operano in un regime di continuità, si fa presente che, in caso di esito positivo dei controlli e di convocazione alla sottoscrizione, la garanzia definitiva di cui all’art. 15 potrà anche essere resa sotto forma di appendice delle garanzie attualmente in vigore, previo adeguamento del relativo oggetto, con l’indicazione del nuovo numero di concessione a mezzo di apposita appendice”.
 
 
I Monopoli quindi si esprimono anche sulle “Linee guida ad ausilio dei concessionari di gioco in materia di antiriciclaggio e per la mitigazione del rischio”.
Come è noto, si legge nella nota, “con protocollo 27571 del 15 febbraio sono state pubblicate le linee guida ad ausilio dei concessionari di gioco in materia di antiriciclaggio e per la mitigazione del rischio, ai sensi dell’art. 52, comma 4, del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231.
In particolare, tra le indicazioni per il gioco a distanza, è rammentato che il concessionario deve procedere all'identificazione e alla verifica dell'identità di ogni cliente e che non è ammessa la registrazione semplificata.
Inoltre, le ricariche e i prelievi vanno comunicati in tempo reale al sistema centrale dell’Anagrafe dei Conti di Gioco o al massimo entro le 24 ore successive all’operazione e l’utilizzo delle scratch card è consentito solo dopo che, con la ricezione di un valido documento di riconoscimento, si è completata l’adeguata verifica del cliente.
Ciò premesso, a far data dal 1° luglio verranno eliminati i seguenti messaggi del Pacg: • 4.16 apertura semplificata conto di gioco persona fisica • 4.27 apertura semplificata conto di gioco persona fisica; a far data dal 1° agosto verranno eliminati i seguenti messaggi del Pacg: • 4.17 integrazione apertura semplificata conto di gioco persona fisica • 4.28 integrazione apertura semplificata conto di gioco persona fisica 2 contestualmente si procederà con l’eliminazione del messaggio: • 4.1 apertura conto di gioco persona fisica già superato dal 4.26 apertura conto di gioco persona fisica che prevede il contestuale invio dei limiti di ricarica”.
 
 
Infine, in una terza nota si parla degli estremi dei documenti di identità dei giocatori.
“Come è noto – scrive ancora Adm - all’atto dell’apertura di un conto di gioco presso un concessionario del gioco a distanza, il titolare deve inserire, tra gli altri dati, gli estremi del documento di identità che dovrà poi inviare in copia entro trenta giorni per perfezionare il contratto ed evitare che il suo conto venga sospeso. Tali dati vengono, contestualmente, inviati dal concessionario all’Anagrafe dei conti di gioco e richiedono, da parte del concessionario, adeguati controlli sulla correttezza dei dati inseriti dai titolari dei conti.
Si ricorda che la responsabilità circa la corrispondenza tra gli estremi del documento trasmessi all’Anagrafe dei conti di gioco e la copia del documento di identità ricevuta è in capo al concessionario. Si invitano, pertanto, tutti i concessionari del gioco a distanza, non solo a porre maggiore attenzione alla correttezza formale dei dati inseriti dai titolari al momento dell’apertura del conto di gioco, ma anche ad attivarsi, una volta ricevuta la copia del documento di identità, per la loro eventuale correzione e per un invio dei dati rettificati all’Anagrafe dei conti di gioco. In ultimo si precisa che, l’autorità di rilascio del documenti di identità italiani va indicata in italiano”.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.