Logo

Liquidità poker online: Petralia via, Poso non si è ancora espressa ma c'è qualche pressione

Daria Petralia lascia Adm e va alla presidenza del Consiglio di Ministri: dopo l'accelerazione della liquidità condivisa il progetto venne poi mollato. Ora tocca alla Poso. 

Finisce ufficialmente la parentesi nell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Daria Provvidenza Petralia che diventerà, secondo fonti istituzionali raccolte da Gioconews.it, la nuova responsabile del servizio “Informative parlamentari e Corte di Giustizia Ue” della presidenza del Consiglio dei Ministri. Al suo posto, mesi fa e dopo 3 anni di esperienza, era stata nominata come direttore Elisabetta Poso, già direttore dell’ufficio del Bingo (2007-2009), dell’ufficio Lotto e Lotterie (2010-2013), dell’ufficio apparecchi da intrattenimento (2014-2016) ed attualmente alla direzione centrale accertamenti e riscossioni. Si trattava di un avvicendamento che rientrava nel processo di riorganizzazione di Adm.

Petralia era arrivata al posto di Francesco Rodano e aveva preso in carico in prima persona il progetto di liquidità condivisa regionale europea di gioco online. L’idea era quella di partire dal poker e, a luglio 2017, fu la stessa Adm con la dirigente dell’ufficio gioco online in questione ad ospitare gli altri regolatori a Roma. In quel meeting vennero apposte le firme al Memorandum of Understanding che avrebbe unito le pool dei mercati firmatari. Sembrava essere il cavallo di battaglia di quell’ufficio che l’aveva portato avanti con Francesco Rodano. Poi con la nuova dirigente addirittura si era arrivati alla firma. Poi, a vederla da fuori, in maniera del tutto inspiegata e inspiegabile, si congelò tutto con gli Stati Ue che hanno preso parte al mercato condiviso. Paesi che ancora chiedono notizie dell’Italia, mercato che avrebbe composto un bacino d’utenza davvero sensato per questo mercato europeo che ora vede la partecipazione principale di Spagna e Francia e, in parte, del Portogallo.

La nuova dirigente Poso non ha espresso ancora nessun parere su un provvedimento pronto per essere messo in moto “girando la chiave”. L’accelerazione sul cash out delle scommesse sportive è un segnale positivo nel senso che, sui giochi e su nuove modalità e prodotti, il ministero diretto da Giovanni Tria ha messo qualche firma. Nel traffico potrebbe uscire qualcosa sulla liquidità condivisa? I dati del poker online sono sempre più in calo e c’è chi sta facendo lobbying e sta spingendo. Entro il 2019, vista anche l’esigenza di maggiori entrare per il Governo gialloverde, qualcosa potrebbe muoversi.

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.