Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

La fusione Flutter e Tsg potrebbe causare danni irreparabili al network iPoker

  • Scritto da Ca

La 'combinazione' tra The Stars Group e Flutter potrebbe danneggiare fortemente la rete iPoker anche nella liquidità condivisa. 

La recente fusione di The Stars Group con Flutter potrebbe aver già creato le prime conseguenze per il poker online a livello internazionale. Da una facile lettura dei brand coinvolti nella “combinazione” più grande del settore del gioco, a rimetterci maggiormente potrebbe essere la rete iPoker. Addirittura potrebbe diventare la prossima rete di poker online da chiudere.

Microgaming Poker Network (MPN), concorrente di iPoker, aveva annunciato il mese scorso che non avrebbe più offerto poker nel secondo / terzo trimestre del prossimo anno. Queste reti di poker più piccole hanno faticato a rimanere attive in un mercato sempre più competitivo, dove le reti asiatiche sono sempre più dominanti e sembrano non arrestare la loro crescita nonostante grosse limitazioni anche nel loro paese e negli store di Apple e Android che hanno già chiuso molte app illegali. 

Mentre potrebbe ancora beneficiare della migrazione della sala MPN, la rete iPoker è alle prese con un problema non da poco: la sala più grande della rete, Bet365, ha intenzione di sviluppare il proprio prodotto di poker. La fuoriuscita di questa room potrebbe costare un costo significativo alla rete di proprietà di Playtech, che dovrebbe perdere altre due sale importanti a seguito della fusione di Flutter e The Stars Group.

C’è da capire, infatti, come si comporteranno Betfair e PaddyPower, due room attualmente sulla rete iPoker. La strategia potrebbe essere quella di mantenere due brand piuttosto forti sul dot com ma queste operazioni, di solito, si fanno per concentrare quote di mercato e offrire ancora maggiore liquidità. In molti pensano che, anche SkyPoker, disporrà del software PokerStars, sfruttando così le sinergie del mega gruppo di giochi d'azzardo online formato da pochi giorni. Ma ancora le società non hanno espresso alcuna intenzione e non ci sono neanche rumours precisi sul piano industriale. 

Il contraccolpo potrebbe essere duro anche nella liquidità condivisa in Francia e Spagna,  dove ci sono anche altre room nel network. Da vedere anche i numeri di due room come Betfair e Paddy che come “main game” hanno sempre avuto il betting.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.